Razzia nella notte in cinque chalet, ladro ripreso dalle telecamere. Un operatore: «Ho paura, non resto più da solo»

Razzia nella notte in cinque chalet, ladro ripreso dalle telecamere. Un operatore: «Ho paura, non resto più da solo»
Razzia nella notte in cinque chalet, ladro ripreso dalle telecamere. Un operatore: «Ho paura, non resto più da solo»
di Sonia Amaolo
3 Minuti di Lettura
Lunedì 5 Ottobre 2020, 02:55

PORTO SANT’ELPIDIO Due ladri fanno filotto sabato notte tra gli chalet, la questura è sulle tracce di due rom, nomadi che ieri sono stati visti aggirarsi in macchina e a piedi tra i locali della costa, hanno percorso tutto il lungomare da sud a nord. Si contano cinque stabilimenti razziati ma il numero potrebbe salire man mano che si procede con le indagini, non tutti denunciano subito.

 
L’orario
La coppia è stata in azione da mezzanotte alle 5 di mattina. Colpiscono l’irruenza e la velocità d’azione. Alle 24.30 le telecamere hanno visto un uomo sulla trentina con felpa e cappuccio alla Terrazzina sul mare e all’1 lo stesso individuo era a Bagni Pazzi, prima era stato da Crazy Summer. Dalle immagini della sorveglianza di uno chalet si vede il ladro indossare una mascherina trovata in un cassetto, si mette in posa, si pavoneggia. Sapeva delle telecamere, è entrato a volto scoperto, ha fissato il sistema che lo riprendeva in entrata e in uscita. Frame forse più allarmanti dei furti in sé perché si capisce che il delinquente è tranquillo, se ne infischia delle riprese. Giovanni Sabani è il titolare della Terrazzina sul mare e fino a mezzanotte era stato al lavoro, poco dopo che tutti erano andati via c’è stato il raid.

La vetrata
Il ladro è entrato in ciabatte, ha fracassato la vetrata con un bastone di ferro, ha preso venti euro in monetine dalla cassa, «si è messo la mia mascherina e ha controllato tutte le mie cose, documenti, scontrini, fatture – dice il balneare -: la sera ho paura, non rimango più da solo al lavoro, mai». Da Bagni Pazzi Lorenzo Cognigni parla di un bottino consistente: «Ha rubato più di mille euro, l’incasso del venerdì sommato al sabato - spiega - con la polizia abbiamo visto che si tratta dello stesso individuo che ha agito alla Terrazzina, qui è entrato senza ciabatte e in quattro minuti ha spaccato la finestra e messo a segno il colpo, non gliene frega niente se lo beccano». Sparita pure qualche bottiglia di vino. Da Crazy Summer chi ci ha provato ha rotto la serratura ma non è riuscito a entrare: «Stavolta non gli è andata a buon fine – fa sapere Isabella Bianchini – quest’inverno abbiamo avuto tre furti e da allora abbiamo messo le inferriate agli ingressi, ad eccezione della porta principale che si affaccia sulla strada. Pensavamo che lì non si sarebbe permesso nessuno per non rischiare di essere visto e invece …».

I social
Su Facebook è partito il tamtam d’allarme: «Attenzione – si legge online - ladri in via Trieste a Porto Sant’Elpidio, anche stanotte hanno trovato qualcosa da rubare e sono scappati verso la pineta». Indaga la questura che ha raccolto le prime denunce ed effettuato i sopralluoghi andati avanti a oltranza per tutta la giornata di ieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA