Occupazioni abusive e blitz dei ladri, i residenti: «Le case disabitate vanno murate»

Occupazioni abusive e blitz dei ladri, i residenti: «Le case disabitate vanno murate»
Occupazioni abusive e blitz dei ladri, i residenti: «Le case disabitate vanno murate»
di Sonia Amaolo
3 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Agosto 2022, 10:35 - Ultimo aggiornamento: 16:46

PORTO SANT’ELPIDIO - Occupazioni di appartamenti e furti, è allarme tra residenti e commercianti di piazza Fratelli D’Angelo e via Saffi, nel quartiere Borgonovo, da due anni queste persone segnalano i raid e occupazioni abusive, c’è un esposto delle famiglie che riferiscono di macchine forzate, negozi e uffici razziati, sono stati allertati i carabinieri e ultimamente si registra una recrudescenza di questi reati.

Tragico frontale in scooter: Domenico Pengue muore a 53 anni, lascia due bambini

La proposta dei residenti è di murare le porte delle case disabitate per non farle occupare, sulla scia di quanto ha fatto il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro in alcuni casi di occupazioni a Lido Tre Archi. Si indaga su un gruppetto di sbandati, italiani, persone che si sono abituate a scavalcare dalle finestre e dai balconi per entrare nelle case altrui. I residenti segnalano una situazione che dicono si ripete ogni giorno da più di un mese. Fatti incresciosi nonostante i continui controlli delle forze dell’ordine. Ieri mattina l’ennesimo sopralluogo della Polizia. I soggetti che commettono questi reati non sembrano temere le divise, spadroneggiano a quanto riferisce la gente del posto: «aprono i cancelli e i contatori per vedere se c’è gente all’interno delle abitazioni e se non trovano nessuno s’intrufolano, rubano e devastano, siamo stanchi e abbiamo paura». Topi d’appartamento che hanno nel mirino case disabitate, sfitte, ma anche appartamenti di persone che sono fuori per le vacanze o sono al mare o a fare la spesa. «Facciamo i turni per uscire da casa per evitare i raid ladreschi ma non è vita questa!» sbotta una signora sulla sessantina. Tre casi almeno sono stati accertati nell’ultima settimana, effrazioni e spaccate ai danni di auto in sosta. Dai primi controlli non sarebbero stati trafugati beni di valore ma i locali vengono messi sotto sopra e di certo per le vittime di questi raid non è una bella esperienza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA