Porto Sant'Elpidio, esplode un petardo
Ragazzino di 12 anni perde un dito

Porto Sant'Elpidio, esplode un petardo Ragazzino di 12 anni perde un dito
2 Minuti di Lettura
Domenica 31 Maggio 2015, 16:02 - Ultimo aggiornamento: 3 Giugno, 16:45
PORTO SANT'ELPIDIO - Esplode un petardo mentre gioca con gli amici sulla staccionata del lungomare centro. Dodicenne perde un dito della mano sinistra, rischia di perdere un occhio e altre due dita. L'episodio è accaduto sabato alle 18.30 nei pressi dell'ex Orfeo Serafini. Il ragazzino è romagnolo ed era a Porto Sant'Elpidio con la famiglia per partecipare al Triathlon. Sabato pomeriggio, dopo aver gareggiato, era sul lungomare in compagnia di tre amici.



Non si sa com'è saltato fuori un petardo, forse il ragazzino lo aveva nello zainetto, forse lo ha trovato per terra inesploso. Il botto a "cipolla" capitato tra le mani all'adolescente è deflagrato. In un primo momento non è avvenuta l'esplosione, ma al secondo tentativo è accaduto l'irreparabile. Il giovane ha riportato gravissime lesioni al volto e alla mano sinistra, staccate le prime falangi delle dita: indice, medio e anulare. Ferita la mano destra.



Allertati dai passanti sono arrivati i sanitari del 118 di Civitanova e la Croce Verde di Porto Sant'Elpidio che ha fornito il supporto all'eliambulanza, atterrata a Nord dell'ex Fim. Il giovane è stato stabilizzato e dopo mezz'ora l'elicottero è ripartito per l'ospedale Torrette di Ancona. In una lotta contro il tempo il ragazzino è stato ricoverato nella cittadella ospedaliera poi, sotto il monitoraggio dei medici, è stato trasferito al Policlinico Sant'Orsola di Bologna per sottoporsi a un delicato intervento chirurgico per la ricostruzione delle dita.
© RIPRODUZIONE RISERVATA