Le squillo ora raccontano
i giri al mercato del sesso

Le squillo ora raccontano i giri al mercato del sesso
1 Minuto di Lettura
Sabato 29 Marzo 2014, 11:55 - Ultimo aggiornamento: 31 Marzo, 19:22

PORTO SANT’ELPIDIO - Una vera e propria processione di ragazze, tutte lucciole che svolgono la professione da Civitanova e Porto Sant’Elpidio. Anche ieri mattina sono state viste recarsi al commissariato di Civitanova a denunciare violenze di vario tipo, maltrattamenti e altro ancora. Nell’indagine che sta interessando gli agenti del commissariato di Civitanova e l’anticrimine del commissariato di Fermo ci sarebbe uno spaccato significativo di quello che è l’attuale mondo del mercato del sesso. Un mondo di cui si è avvertita la reale pericolosità solo dopo il raid degli incappucciati di via Mameli e la cui punta dell’iceberg è sicuramente la sparatoria di giovedì mattina all’incrocio tra via Canada e viale Europa, il lungomare Nord. E intanto emergono pure altri particolari. L’auto colpita dai proiettili, più di tre, è un Bmw di grossa cilindrata, di proprietà di un romeno ed è ora a disposizione della polizia. La Scientifica la sta controllando. Dell’uomo, la vittima dell’agguato, non è stata resa l’identità come altri particolari della vicenda non emergono, segno questo che si sta lavorando alacremente per cercare di sbrogliare la matassa complessa della vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA