Porto S.Elpidio, sacchi a difesa della costa
la Regione chiede un'attenzione maggiore

I sacchi pieni di ghiaia usati per frenare l'erosione
I sacchi pieni di ghiaia usati per frenare l'erosione
2 Minuti di Lettura
Giovedì 1 Ottobre 2015, 20:19 - Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre, 12:05
PORTO SANT'ELPIDIO - Sacchi a difesa degli chalet: la Regione mette i puntini sulle "i" e i tempi potrebbero allungarsi.

Da Palazzo nessuno lo dice chiaramente ma dai corridoi trapela qualche preoccupazione per come si stanno mettendo le cose sui lavori di manutenzione temporanea degli arenili ossia i sacchi a difesa degli chalet. L'anno scorso erano stati utilizzati i big-bags di Saccherie Bernabeo. L'amministrazione quest'anno punta su due ditte fornitrici. Saccherie Bernabeo fornisce i big bags, Tessilbrenta i geo-contenitori stopwave.



L'anno scorso i sacchi arrivarono a metà ottobre. Quest'anno una data certa ancora non c'è perché la Regione pretende prima uno screening. Ovvero una valutazione da parte del Comune per stabilire se è necessaria anche una valutazione di impatto ambientale (Via). In termini pratici significa intanto una diversa presa di responsabilità su ciò che viene messo in spiaggia e poi molto tempo in più perché sono previsti incontri di commissioni di esperti, ovvero un iter burocratico più lungo.



E tutto ciò crea preoccupazione. Insomma, se l’anno scorso è passato tutto “in cavalleria” quest’anno si dovranno fare le cose in modo diverso. L'assessore ai Lavori pubblici Peppino Buono però esclude l’ipotesi: “La Regione potrebbe non autorizzare la posa in opera qualora i sacchi fossero permanenti, ma si tratta di una protezione temporanea e dunque non ci saranno problemi”. Intanto si è conclusa la fase concertativa tra gli chalet che dovevano arrivare in comune accordo a stabilire quanti sacchi dovessero essere ordinati dal comune.



Nell'incontro di venerdì in Municipio era stato stabilito che solo una fila di sacchi verrà predisposta e posizionata dal Comune a sue spese. I balneari che decidessero di mettere più file dovranno pagarsi acquisto, riempimento e posa in opera.
© RIPRODUZIONE RISERVATA