Invasione di ratti, residenti esasperati
"Che degrado, abbiamo toccato il fondo"

Invasione di ratti, residenti esasperati "Che degrado, abbiamo toccato il fondo"
2 Minuti di Lettura
Domenica 5 Ottobre 2014, 15:23 - Ultimo aggiornamento: 15:39

PORTO SAN GIORGIO - ​La vegetazione che fuoriesce dalle recinzioni del reticolo ferroviario. Allagamenti che trasformano la strada in un fiume. "E ora, con la presenza di topi, abbiamo proprio toccato il fondo". I residenti di via Pavese sono sul piede di guerra. Nella strada del quartiere Borgo Rosselli che costeggia la ferrovia è proprio il caso di dire che piove sul bagnato. "E nessuno interviene", fa sapere il residente Orazio Capasso che si fa portavoce di alcuni suoi vicini di casa. Dalla via, infatti, da anni provengono segnalazione e proteste sullo stato di incuria in cui versa la vegetazione lungo la linea ferroviaria. Quelle erbacce, come se non bastasse, sono un combustibile pronto a incendiarsi alla minima scintilla.

Una denuncia che fa leva su fatti di cronaca. Nell'ottobre del 2010, infatti, i residenti hanno temuto che un incendio divampato all'interno di un treno in transito potesse propagarsi fino alle loro abitazioni. Fortunatamente in quell'occasione la macchina dei soccorsi, dal personale delle Ferrovie al sistema di sicurezza del treno, passando per vigili del fuoco, carabinieri, polizia di Stato e Polfer, ha funzionato al meglio evitando il peggio. Dal fuoco all'acqua. La via, infatti, a ogni acquazzone si trasforma in un fiume in piena. Anche durante l'ultimo nubifragio del mese scorso, alcuni abitanti sono stati costretti a ritardare il rientro nelle sedi di lavoro perché bloccati in casa. Dalle loro abitazioni, infatti, era impossibile raggiungere le auto a meno di non immergersi nell'acqua fino alle ginocchia.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA