Antenna da spostare in via delle Regioni: parte la trattativa tra Comune e gestore

Antenna da spostare in via delle Regioni: parte la trattativa tra Comune e gestore
Antenna da spostare in via delle Regioni: parte la trattativa tra Comune e gestore
di Serena Murri
4 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Agosto 2022, 07:10

PORTO SAN GIORGIO  - Via delle Regioni, l’antenna va spostata. Una promessa che va mantenuta. Questo ha ricordato Emanuele Morese all’assessore ai lavori pubblici, Lauro Salvatelli che si è detto fiducioso: «È solo questione di tempo». 

 
Ora ci sono le regole 
L’antenna di via delle Regioni continua ad incendiare il dibattito in città. Ora c’è il regolamento, approvato durante l’ultimo consiglio comunale a fine luglio, redatto dall’ingegnere Galieni, incaricato dalla passata amministrazione che lo aveva portato a termine. Morese, che inizialmente aveva sollevato la questione su segnalazione di alcuni cittadini, aveva parlato di «spostamento dell’antenna». L’accordo era questo tra Comune e gestore: approvazione del piano e poi la ditta avrebbe spostato l’antenna. L’assessore ai lavori pubblici si deve confrontare con i gestori. 


L’antenna è spenta 

Per il momento, quello che si sa è che l’antenna non risulta in funzione. Il piano -però- regola le aree pubbliche, mentre l’area in via delle Regioni in cui è sorto di recente il dispositivo, è privata. A fare il punto della situazione, il consigliere Emanuele Morese: «In consiglio comunale è passato il piano antenne che prevede una regolamentazione importante sull’installazione di antenne in aree pubbliche -e non in quelle private- Questa antenna in via delle Regioni, è nata prima del piano antenne, quindi sia chiaro che il gestore lo poteva fare. E nello specifico sta rispondendo ad ogni legge che peraltro glielo consente. Noi abbiamo votato perché in futuro non avvenga la stessa cosa su terreno pubblico. Non si può far altro che accordarsi con il gestore e delocalizzare l’antenna da via delle Regioni per poi reinserirla nella vicina area -una di quelle individuate anche all’interno del regolamento- dove attualmente ce n’è una in funzione che risulta temporanea. Posso dire che allo stato attuale dei fatti, la nuova antenna in via delle Regioni non è in funzione e che si stanno avviando tutte le trattative possibili per valutare quale sia lo stato dell’arte e comprendere se è possibile spostarla come era già stato pattuito».


La promessa 
La «promessa ricevuta dai gestori - ha sottolineato Morese - è che questo dispositivo sarebbe stato delocalizzato da dove si trova attualmente per questioni di impatto ambientale, in un quartiere che già soffre per importantissime criticità... Bisogna trovare il punto di equilibrio tra gli interessi pubblici, dei gestori e dei residenti. La promessa dal gestore ci è stata fatta possiamo mantenerla nei confronti dei cittadini, solo se viene mantenuta nei nostri confronti».
Salvatelli al lavoro 
Salvatelli ha ribadito che il gestore è in regola con la normativa e spiega: «C’era un accordo con il gestore prevedeva che a piano fatto, l’antenna di via delle Regioni attualmente non funzionante venisse spostata al campo del Pelloni, dove quella temporanea attualmente in funzione sono autorizzati a tenerla accesa fino al 28 agosto. Io ho cercato di portare a casa lo spostamento dell’antenna. A breve mi confronterò con il gestore di telefonia e tornerò all’attacco ricordandogli il nostro accordo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA