Truffa da 5mila euro ai danni di un cittadino indiano, scatta la denuncia

Lunedì 9 Maggio 2022 di Nicola Baldi
Truffa da 5mila euro ai danni di un cittadino indiano, scatta la denuncia

PORTO SAN GIORGIO -  I carabinieri, al termine delle indagini condotte anche con l’analisi di tabulati telefonici e documentazione bancaria, sono risaliti a un 19enne della provincia di Taranto che aveva truffato un 30enne indiano.

 

L’8 aprile scorso la vittima si era presentata in caserma per denunciare che, qualche giorno prima, aveva ricevuto un Sms sul cellulare con mittente “poste info”, poi rivelatosi falso, che gli comunicava il blocco del suo conto corrente. Con lo stesso messaggio, poi, gli era stato anche fornito un link per accedere al sito delle Poste. Poco dopo era stato contattato telefonicamente da un soggetto che si era qualificato come operatore delle Poste, il quale lo aveva indirizzato nelle operazioni da compiere per poter ripristinare il suo conto corrente. Il falso operatore, in buona sostanza, lo aveva telefonicamente guidato step by step nelle operazioni con le quali la vittima di fatto aveva trasferito la somma di 5.270 euro dal suo conto corrente, a quello del truffatore.

I carabinieri, nel giro di poche settimane, sono riusciti a individuare e identificare il giovane truffatore, deferendolo alla competente autorità giudiziaria. Nell’occasione i militari dell’Arma, ancora una volta, invitano i cittadini a porre la massima attenzione ai messaggi e alle email ricevute con loghi delle Poste o di istituti bancari, esortandoli a non compiere operazioni bancarie sotto la dettatura di fantomatici operatori sconosciuti: la truffa può essere dietro l’angolo e, quindi, si rischia di vanificare anche gli sforzi di una vita di lavoro, perdendo i propri risparmi per un attimo di disattenzione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA