Stazione ferroviaria passata al setaccio: una task force contro la droga

Venerdì 5 Marzo 2021 di Serena Murri
Stazione ferroviaria passata al setaccio: una task force contro la droga

PORTO SAN GIORGIO  - Controlli a tappeto. Prosegue il monitoraggio del territorio. Anche dopo i controlli interforze, ultimi in ordine di tempo, dello scorso fine settimana, proseguono le attività disposte dal questore. Nel mirino, in particolare, la zona della stazione ferroviaria. In azione la polizia con l’ausilio degli equipaggi del Reparto prevenzione crimine di Pescara e l’Unità cinofila della Guardia di finanza.

LEGGI ANCHE;

Picchia la moglie davanti alla figlioletta e la manda all'ospedale: arrestato dai carabinieri

 

Nel raggio d’azione le strade e i luoghi di possibile aggregazione dove si è procedutoa identificare più di 100 persone e 50 mezzi. Un primo controllo alla stazione ferroviaria ha consentito di identificare, tra gli altri, un giovane dell’Est europeo il quale, appena sceso da un treno, ha attirato il fiuto del cane della Guardia di finanza. Il giovane ha consegnato una piccola quantità di hashish, circa 3 grammi, detenuta per uso personale. La droga è stata sequestrata e lo straniero segnalato alla Prefettura. Altri giovani, italiani e stranieri, che non utilizzavano le mascherine, sono stati multati. Durante il controllo a un posto di blocco, gli agenti hanno poi individuato, all’interno di un’auto, una siringa usata.


La donna alla guida ha ammesso di aver fatto uso di sostanza stupefacente e di averne ancora una piccola dose che ha consegnato ai poliziotti. Si trattava di eroina, come è stato verificato dalla Polizia Scientifica presente ai controlli: la droga è stata sequestrata e la donna segnalata alla Prefettura che provvederà anche in merito alla sospensione della patente di guida. Il veicolo è stato affidato al passeggero che era con lei ma entrambi, non conviventi, sono stati sanzionati per il mancato uso delle mascherine di protezione.


Altre multe, poi, 15 in totale per la violazione delle norme emanate per il contrasto alla diffusione dell’epidemia, elevate nei confronti di altre persone che non indossavano le mascherine e che non rispettavano il divieto di assembramento. Inoltre, un quarantenne dell’Est Europa proveniente da fuori provincia, identificato in sella a uno scooter, è stato multato in quanto il mezzo condotto era sprovvisto di assicurazione. Il conducente ha rifiutato la custodia del ciclomotore che è stato caricato su un carroattrezzi e affidato a un’officina autorizzata. Infine, una giovane magrebina, identificata nel corso dei controlli, è stata accompagnata in Questura per la notifica di atti inerenti la sua posizione sul territorio nazionale mentre uno straniero clandestino di nazionalità nigeriana è stato accompagnato presso l’Ufficio immigrazione il personale del quale ha provveduto a notificargli il decreto di espulsione del prefetto e l’ordine del questore di lasciare il territorio nazionale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA