Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Spiaggia, tornano gli stranieri :«È uno sprint per Ferragosto». Ma c'è sempre chi si lamenta

Spiaggia, tornano gli stranieri :«È uno sprint per Ferragosto». Ma c'è sempre chi si lamenta
Spiaggia, tornano gli stranieri :«È uno sprint per Ferragosto». Ma c'è sempre chi si lamenta
di Serena Murri
3 Minuti di Lettura
Domenica 14 Agosto 2022, 06:40

PORTO SAN GIORGIO «La città è vivace»: così l’assessore al Turismo Giampiero Marcattili tira le prime somme in vista di Ferragosto. Vale per la spiaggia quanto per gli alberghi. Un cliché che ripete, come tutti gli anni, nelle due settimane che ruotano attorno al 15 agosto. Ma non mancano le lamentele, in particolare degli albergatori. Chi prenota per una settimana intera rappresenta ormai un caso raro.

 
Il fenomeno
Va sempre di più la vacanza breve, due o tre giorni. E se è vero che le spiagge sono sold out, con ombrelloni e lettini prenotati per la stagione da ben prima di giugno, è vero anche che la lamentela proveniente dagli stabilimenti riguarda i consumi al bar o al ristorante. Non è una novità nemmeno questa, complici i rincari e il carovita. Dallo chalet Wind surf, Romano Montagnoli conferma: «Bene la spiaggia. Peccato che i clienti consumino poco. La gente si muove ma i fatturati sono quelli che sono. Già è tanto che si è arrivati fin qui. Ombrelloni sold out, ma anche per una vacanza di più giorni i consumi sono gli stessi. Con le bollette triplicate, l’umore non è dei migliori. Noi facciamo attività ludiche e di divertimento, ma se non hai lo spirito giusto, il portafogli lo apri meno».

Ad avere il polso delle presenze turistiche è dunque Marcattili: «Sicuramente la gente presente - rimarca - ha risposto positivamente alla programmazione estiva: parlo sia dei residenti che dei turisti. Vediamo la piazza piena, anche durante spettacoli ed eventi infrasettimanali. Per noi è stata una bella risposta. Siamo pieni anche tutti i martedì con i tour per la città. Dal punto di vista dell’ospitalità e dell’accoglienza, la risposta c’è stata. Poi, naturalmente, la concentrazione maggiore di presenze, si vede di più dal venerdì alla domenica e a ridosso di Ferragosto». Un discorso a parte lo merita quello delle seconde case, con tante famiglie che tornano come ogni anno, avendo la casa di proprietà in città e conoscendo quello che la città offre in questo periodo dell’anno, spiaggia e intrattenimento per famiglie.


La tendenza
Emerge anche una buona presenza di stranieri, che normalmente non alloggiano in città ma spesso nell’entroterra, in agriturismi o country house. In questo periodo, sono pieni anche i B&B - che in città si aggirano sulle 20 strutture - che hanno riscontrato prenotazioni già a partire da luglio per poi avere il classico exploit nel mese di agosto. Attività che non si possonoc onfrontare con gli alberghi che, come sostiene Gianluca Vecchi dell’Ataf, dal 13 al 20 agosto hanno registrato il tutto esaurito. Sembrerebbe che anche il Jova Beach abbia aiutato il settore alberghiero, avendo spostato tanta gente. «Attualmente il bilancio è positivo. A fine stagione tireremo le somme. Di fatto ora è tutto pieno», chiosa ancora Marcattili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA