La spiaggia non ha più barriere, aumentano i servizi d’accoglienza: ecco tutte le novità

La spiaggia non ha più barriere, aumentano i servizi d accoglienza: ecco tutte le novità
La spiaggia non ha più barriere, aumentano i servizi d’accoglienza: ecco tutte le novità
di Serena Murri
4 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 07:10

PORTO SAN GIORGIO -  Inaugurati i bagni alla spiaggia disabili. Ora la spiaggia attrezzata con piazzole e ombrelloni per diversamente abili, realizzata negli ultimi anni dall’amministrazione Loira, è stata dotata di due bagni. Per l’occasione erano presenti gli assessori Lauro Salvatelli, Fabio Senzacqua, Gianpiero Marcattili, Carlotta Lanciotti, il consigliere Fabio Bragagnolo. È arrivato anche Giuseppe Catalini che ha visto nascere l’Associazione Zero gradini per tutti che usufruisce degli spazi.


L’accoglienza
Ad accogliere i presenti, mercoledì pomeriggio, il presidente dell’Associazione Zero Gradini, Saverio Verone: «Questa per noi è una serata molto emozionante. Zero gradini ringrazia tutta la vecchia amministrazione, l’ex sindaco Loira, Di Virgilio - che era presente - e Gramegna. Siamo qui per due bagni realizzati per la disabilità. Grazie ad Andrea Di Virgilio per aver messo nel bilancio comunale 30mila euro e grazie a Marco Marinangeli dei contributi regionali. Grazie a Fabio Senzacqua, che si è dato da fare per l’Enel e le fognature. Ringrazio Vesprini, gli assessori e la giunta nuova. Ringrazio la vecchia amministrazione per il lavoro fatto in questi 10 anni per la spiaggia libera attrezzata per persone disabili, unica sulla costa marchigiana. È una perla. Alla nuova amministrazione dico che dobbiamo proseguire per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Noi ci crediamo. La gente a Porto San Giorgio deve essere felice e andare dove andiamo noi Carlotta -ha detto rivolgendosi alla nuova assessora al sociale -. Io vi starò sopra - ha promesso Verone - finché non verranno abbattute tutte le barriere architettoniche».

Il sindaco Valerio Vesprini è così intervenuto dopo il taglio del nastro: «Sono io a ringraziare voi. Ricordo, 10 anni fa, un gruppo di cittadini che hanno avuto il merito di spronare anche duramente l’amministrazione a fare interventi più mirati e per le categorie come quella presente. È stata la prima esperienza sul territorio fermano, è grazie a voi se c’è stato l’abbattimento delle barriere culturali ancora molto presenti. Piano piano, pezzo dopo pezzo siamo partiti per un obiettivo che era quello di una città per tutti, non certo quello di creare un ghetto ma di dare gli stessi diritti ai diversamente abili con questa spiaggia libera. Se l’iniziativa, non fosse partita da voi con la vostra opera di sensibilizzazione, tutto quello che è stato fatto a Porto San Giorgio non ci sarebbe».


L’obiettivo
Il presidente dell’associazione Zero Gradini, Saverio Verone ha aggiunto «noi dell’associazione ci teniamo a prendere la bandiera lilla, quest’anno non ho fatto in tempo ma mi sono prefissato questo obiettivo. È un mio chiodo quando l’avrò ottenuta, mi dimetterò da presidente. Ci tengo tanto e vale più della bandiera blu». Era presente il consigliere regionale, Marco Marinangeli che ha aggiunto: «Quando s’inaugura qualcosa c’è sempre qualcosa di bello e se è per Porto San Giorgio, è ancora più bello. Siamo qui grazie alla costanza e alla giusta pressione di Saverio che è stata determinante per arrivare a questo risultato, anche se questo tipo di servizi dovrebbero arrivare senza nessuna pressione. Il suo è un atteggiamento propositivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA