Porto San Giorgio, si schiantano con lo scooter contro un' auto. Grave un ventitreenne, tornavano a casa per la partita

Mercoledì 7 Luglio 2021 di Francesca Pasquali
L'incidente all'incrocio vicino il lungomare

PORTO SAN GIORGIO - Giornata di sangue, quella di ieri, sulle strade del Fermano, dove si sono verificati due gravi incidenti. Il primo, di mattina, verso le 9, sulla Castiglionese, una delle arterie che collega il capoluogo e Porto San Giorgio. Tre i mezzi coinvolti: un furgone e due auto, una Mercedes e una Punto, condotte da due donne.

 

 

Ad avere la peggio è stata la guidatrice della Fiat Punto, trasportata a “Torrette” in eliambulanza. L’altra donna, meno grave, è stata portata all’ospedale Murri. Illese, invece, le due persone che si trovavano all’interno del furgone. Sul posto sono arrivati i sanitari della Croce Azzurra di Porto San Giorgio e della Croce Verde di Fermo, l’automedica della Croce Azzurra di Sant’Elpidio a Mare, i Vigili del fuoco di Fermo e la Polizia locale, quest’ultima con quattro pattuglie per dirigere il traffico. 

La strada è rimasta chiusa per buona parte della mattinata. Dieci ore più tardi, “Icaro” è tornato a volteggiare nel Fermano. L’elicottero giallo è atterrato nel campo di fronte al grattacielo di Porto San Giorgio, per soccorrere un ragazzo rimasto coinvolto in un incidente all’incrocio tra via Montegrappa e viale della Vittoria. Il giovane, un 23enne del posto, era in sella a uno scooter assieme a un amico di un anno più giovane. Mancava poco alla 19 e stavano tornado dal mare. S’erano accordati con gli amici per vedere insieme la partita dell’Italia. Non si sono fermati a uno stop e sono stati centrati da un’auto che arrivata da nord, zona piazza Mentana. Violentissimo l’impatto, con lo scooter che è volato per terra e i due ragazzi sbalzati a diversi metri di distanza. Sul posto sono arrivati i sanitari della Croce Azzurra sangiorgese, i Vigili del fuoco di Fermo e la Polizia locale per i rilievi. Le condizioni del 23enne sono subito apparse molto serie ed è stata allertata l’eliambulanza. Nel frattempo, il giovane è stato intubato. 


L’amico è stato, invece, trasportato all’ospedale di Fermo con un piede conciato male e un taglio alla testa. A pochi metri dal punto dell’impatto, appoggiato a un muretto, lo scooter con solo qualche graffio, poi portato via dal carroattrezzi. Vicino, per terra, i due caschi, un telo da mare e le infradito. Non vedendoli arrivare all’ora stabilita, gli amici che li aspettavano per tifare insieme la Nazionale hanno cominciato a chiamarli. Quando hanno saputo quello che era successo, si sono precipitati sul posto. Ma, ormai, i due ragazzi non c’erano più.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA