San Giorgio energie, il 49% a Rimini
Il sindaco Loira pensa in grande

San Giorgio energie, il 49% a Rimini Il sindaco Loira pensa in grande
2 Minuti di Lettura
Martedì 18 Novembre 2014, 20:43 - Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 11:41

PORTO SAN GIORGIO - La società di servizi Sgr di Rimini si aggiudica l'acquisto provvisorio del 49 per cento della San Giorgio energie. E' un'offerta che spinge il sindaco Loira a pensare in grande. Ieri pomeriggio, infatti, alle ore 17,30 la commissione presieduta dal segretario comunale Dino Vesprini ha aperto, in seduta pubblica, le offerte delle uniche due società, la Prometeo di Ancona e, appunto, la Sgr, che hanno presentato domanda per concorrere all'acquisto delle quote di minoranza della partecipata del Comune. La Sgr Rimini ha presentato un'offerta di 2 milioni e 762 mila euro mentre la Prometeo si è fermata a un milione e 637 mila euro.

Due cifre che, se parametrate alla base d'asta fissata dall'ente a un milione e 500 mila euro, rivelano diversi approcci all'acquisto della municipalizzata. L'offerta della Sgr Rimini vale 40 punti che vanno ora sommati ai 60 incassati dai romagnoli con l'offerta tecnica. La Prometeo, invece, con un'offerta tecnica stimata in 43,0009 punti e quella economica che è valsa 23,705 punti, si è assestata su un totale di 66,714 punti. Entro la fine dell'anno è prevista l'aggiudicazione definitiva. E da quel momento scatteranno i due mesi per eventuali ricorsi. La Sgr Rimini attualmente opera in 44 Comuni tra le province di Rimini, Pesaro e Macerata, con un pacchetto di 180 mila clienti e nel 2005 con il progetto Trakia, ha investito 125 milioni in Bulgaria per 600 chilometri di rete gas.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA