Nuova rissa sul lungomare, stavolta è colpa degli apprezzamenti verso due ragazze. E spunta un cutter

Lunedì 7 Giugno 2021 di Nicola Baldi
Un posto di controllo della polizia nel Fermano

PORTO SAN GIORGIO - È durata poco la tregua sul fronte delle risse a Porto San Giorgio. L’ultimo allarme risale al tardo pomeriggio di sabato tanto che sia sabato sera, al coprifuoco delle 23, che nella giornata di ieri i controlli fra centro e lungomare sono stati particolarmente capillari.

LEGGI ANCHE:

Infastidito dal cane dei vicini spara un colpo di pistola a salve. Novantenne identificato e denunciato

Gessica Notaro, in un libro la sua rivalsa: «Non mi ha tolto niente...»

 

Non manca la preoccupazione per la movida violenta, sia perché Porto San Giorgio durante l’estate è un centro di richiamo per tanti giovani dei Comuni vicini sia perché il graduale allentamento delle restrizioni, salutato da tutti con soddisfazione, potrebbe rendere più difficile tenere d’occhio simili fenomeni. L’allarme dell’altro pomeriggio riguarda un parapiglia fra alcuni giovani che sarebbe scaturito dopo gli apprezzamenti troppo pesanti nei confronti di due ragazze.

Le scintille sul lungomare centro dove un giovane era in compagnia di due ragazze più altre persone quando un gruppo di amici ha iniziato a infastidire in particolare il terzetto. Durante la successiva lite il ragazzo è stato anche colpito al volto. Sul posto la Croce Azzurra di Porto San Giorgio che prima lo ha medicato e poi lo ha portato al pronto soccorso dell’ospedale Murri.

La lama
Il particolare più preoccupante è che durante la lite è spuntato anche un cutter, per fortuna utilizzato solo per minacciare la parte avversa. Indagini della polizia che sta terminando di raccogliere le testimonianze. In zona c’era un gruppo di giovani che stava festeggiando la fine dell’anno scolastico, quindi tutti under 20. Gli aggressori si sono avvicinati allo chalet e hanno preso di mira il tavolino con il ragazzo, le due giovani donne e le altre persone testimoni dell’episodio. Per fortuna nulla di grave. La stessa polizia e i carabinieri hanno poi controllato con particolare attenzione, sia a Porto San Giorgio che negli altri centri più frequentati di sera, il rispetto del coprifuoco sia sabato sera che ieri: da oggi un’ora in più, tutti a casa da mezzanotte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA