Audioguide e sito web, quest'anno per Natale Porto San Giorgio punta sulla città dei presepi

Audioguide e sito web, quest'anno per Natale Porto San Giorgio punta sulla città dei presepi
Audioguide e sito web, quest'anno per Natale Porto San Giorgio punta sulla città dei presepi
di Serena Murri
3 Minuti di Lettura
Sabato 26 Novembre 2022, 05:30

PORTO SAN GIORGIO - Presentato il Castello dei presepi. Recuperate due installazioni storiche e pregiate. Il progetto con Ataf, Comune e Liceo artistico, che rappresenta il 50% dell’edizione natalizia di quest’anno, è stato presentato ieri allo stesso Liceo artistico Preziotti Licini. «Lo spirito di questo Natale - ha rimarcato l’assessore al Commercio Giampiero Marcattili - è nella volontà di tutti coloro che hanno voluto dare una risposta al Natale sangiorgese. Svilupperemo un percorso partendo dalla chiesa del Crocifisso, fino a Castel San Giorgio».


La tradizione

Il percorso partirà dal Presepe Biblico permanente di Renata Ficiarà che conta 410 meccanismi e rappresenta i vari momenti della vita di Gesù oltre ad una rappresentazione del territorio, con il Duomo di Fermo e la banda di Porto San Giorgio. Gianluca Vecchi, presidente dell’Ataf e regista del progetto, ha spiegato che nella Sala Castellani «ci saranno 9 Natività e figure inerenti al Natale, nell’altra sala ci sarà la Natività con statue che si muovono di circa 80 centimetriL’assessore al Commercio Giampiero Marcattili ha presentato i protagonisti: he è aperto tutto l’anno e viene rinnovato sistematicamente. L’idea dei percorsi riesce a dare un senso alla cristianità. Faremo anche delle audioguide e abbiamo creato un sito internet www.ilpresepebiblico.it grazie a un finanziamento regionale». La sala Castellani sarà aperta dal lunedì al venerdì, dal 4 dicembre all’8 gennaio, dalle 17 alle 20, sabato domenica e festivi anche la mattina dalle 10 alle 13.

I particolari

Due le installazioni recuperate. Andrea Ferroni ha concesso in comodato d’uso il presepe napoletano del ‘700, fatto di legno e sughero, con strutture in terracotta alte dai 15 ai 22 centimetri che è stato ripristinato e verrà installato davanti al teatro, grazie a una copertura in plexiglass realizzata grazie a Giuseppe Vitali. Fra i nomi dei volontari anche quello di Peppe Corsi per la logistica e di Roberto Vittori che farà il presepe sul ruscello e sul pozzo davanti al teatro. Il Liceo artistico si è occupato del restauro di tavole policrome ispirate ai Re Magi di Gentile da Fabriano (le cui opere ufficiali si trovano agli Uffizi) con tecniche moderne nel rispetto delle opere, realizzate da altri alunni negli anni ‘80. Il Presepe recuperato dal Liceo verrà invece installato davanti alle mura restaurate del Cimitero Settecentesco.

I ragazzi

Alla presentazione erano presenti anche alcuni dei docenti del Liceo che hanno seguito i ragazzi nel progetto di restauro: si tratta di Maria Pamela Bulgini, Andrea Romagnoli, Daniela Simoni, Maria Vittoria Cicchinè e Alessia Forti. Come ha ricordato l’assessore alla Cultura Carlotta Lanciotti «per noi è importante creare questo filo rosso che collega l’amministrazione a tutte le scuole e le associazioni. Ci saranno altre tre installazioni, provenienti dalle scuole dell’infanzia (Borgo Rosselli, Borgo Costa e Capoluogo) che saranno poste sotto l’arco di corso Castel San Giorgio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA