Addio a Panfili, l'infermiere del 118 aveva solo 51 anni: «Il tuo sorriso resterà per sempre con noi»

Addio a Panfili, l'infermiere del 118 aveva solo 51 anni: «Il tuo sorriso resterà per sempre con noi»
di Francesca Pasquali
3 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Dicembre 2021, 01:50 - Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre, 08:50

PORTO SAN GIORGIO - Si terranno stamattina alle 10.30 nella chiesa di San Giorgio i funerali di Massimiliano Panfili, l’infermiere del 118 morto sabato. Cinquantuno anni, Panfili era molto conosciuto in città e nel mondo dell’associazionismo. Unanime il cordoglio di amici, colleghi e volontari che si sono stretti alla famiglia.

Aumentano i pazienti nelle terapie intensive, zona gialla in vista. Appello del governatore Acquaroli: «Massima cautela»

 
Il dolore

«Un altro lutto particolarmente toccante per la nostra comunità e per me, personalmente. Massimiliano era uno della mia generazione, figlio del più caro amico di mio padre, che ho avuto il privilegio di sposare», il ricordo del sindaco Nicola Loira. «Un ragazzo – prosegue il primo cittadino – di una non comune generosità e di grande vitalità, molto gioviale, amico di tutti, che ha goduto della stima di tantissime persone sia per le sue qualità e doti umane sia per la sua straordinaria professionalità, come ho avuto modo di constatare durante i mesi della malattia, durante i quali il mondo del soccorso sanitario a cui apparteneva si è stretto a lui in una grande vicinanza». Appena si è diffusa la notizia del decesso, i social si sono riempiti di messaggi di cordoglio. «Un amico, un fratello, ma soprattutto un uomo dal grande cuore che dava tutto se stesso agli altri. Un soccorritore e un infermiere che ricorderemo sempre per la sua energia, per il suo dinamismo e per la sua vitalità. La malattia ce lo ha portato via, ma nei nostri cuori il suo ricordo splende forte. È difficile trovare le parole giuste in questo momento per una persona così», ha scritto la Croce Azzurra di Porto San Giorgio.


Le mille storie
«Difficile trovare le parole giuste in questo momento. Avremmo mille storie da raccontare insieme, ma quella più bella è sicuramente il tuo sorriso, quel sorriso che ti ha sempre contraddistinto. In ogni occasione avevi una battuta pronta a sollevare l’umore di tutti», il ricordo della Croce Verde di Fermo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA