Porto San Giorgio, Confcommercio contro
Piano del centro inutile senza vie pedonali

Giovedì 10 Settembre 2015
Il centrale viale della stazione

PORTO SAN GIORGIO - Un progetto lacunoso che rischia di creare non pochi disagi al centro città. Questi i timori della Confcommercio.

Dopo aver appreso che l'amministrazione è in dirittura d'arrivo col progetto di riqualificazione del centro, per loro queste potevano essere ore di festa. E invece dai toni del presidente di Confcommercio, Giuliano Remia, e del suo vice Giampiero Marcattili, si percepisce chiaramente una certa delusione.

Perché nel progetto mancano l'inversione della circolazione stradale sul viale della Stazione e sul viale don Minzoni e una via del commercio pedonalizzata tra i due viali.

"Aspettiamo di vedere il progetto prima di fare le nostre considerazioni ma se è vero che non c'è una via da pedonalizzare, come abbiamo richiesto più volte, e la circolazione sui viali rimarrà la stessa, a cosa servirà questa riqualificazione? Di certo non sarà utile a incrementare il commercio. Se le persone continuano a passeggiare sui viali mentre le nostre vetrine sono coperte dalle auto parcheggiate non ci sarà mai la spinta allo shopping. Non parliamo poi del fatto che chi vuole entrare nei nostri negozi deve attraversare la strada. Per i viali avevamo lanciato la nostra proposta: spostare il traffico al loro interno e creare una passeggiata tutt'intorno, proprio a contatto con i negozi. Avevamo chiesto anche una via da pedonalizzare tra gli stessi viali. Non c'è nemmeno questa nel progetto? Non capisco davvero a chi servirà questo restyling. Comunque aspettiamo di vedere il progetto. Ce lo faranno vedere?".

Dello stesso avviso il vicepresidente Confcommercio, Giampiero Marcattili, uno che ha fatto della via pedonalizzata una missione: "Vi dico di più: non ne servirebbe una sola ma diverse, per consentire ai due viali di interfacciarsi. Arrivare a una riqualificazione del centro è importante per il commercio nel cuore della città. Ma mi auguro che non ci si limiti solo a migliorare l'arredo urbano. Se si mette mano a un'opera così importante sarebbe opportuno non perdere l'occasione per realizzare delle aree o vie pedonalizzate dove poter passeggiare e fare shopping in assoluta tranquillità. Non parlo di una chiusura totale del centro. Infatti a ridosso delle zone pedonalizzate si dovrebbe poter arrivare con le auto. E soluzioni urbanistiche ce ne sono".

Ultimo aggiornamento: 12:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA