Trova le foto di altre donne sul telefonino del marito: lo picchia furiosamente e aggredisce i poliziotti

Una volante della polizia
Una volante della polizia
di Pierpaolo Pierleoni
3 Minuti di Lettura
Martedì 15 Marzo 2022, 06:25

PORTO SAN GIORGIO - Una violenta lite di coppia nel cuore della notte. Scenario tipico, uno dei coniugi ha bevuto troppo e dalle parole si è passati a calci e pugni. Solo che in questo caso, la picchiatrice era lei. Una volante è dovuta intervenire a Porto San Giorgio, per calmare lo scontro, con la donna che aveva a più riprese percosso e trattenuto per i capelli il compagno, che da parte sua, stando alla ricostruzione della polizia, avrebbe solo tentato di difendersi dagli assalti, senza reagire. Raggiunti i litiganti, i poliziotti non hanno avuto vita facile a placare l’ira della donna, parsa palesemente ubriaca. 

 


La vista delle divise non l’ha portata ad una condotta più equilibrata, anzi ha iniziato ad inveire contro gli agenti ed a scalciare per tenerli a distanza, mantenendo nel frattempo la presa sull’uomo. Un atteggiamento violento che le ha fatto rischiare anche la propria incolumità, dato che più volte ha rischiato di cadere rovinosamente a terra. E dato che le parole e le raccomandazioni non riuscivano a sortire alcun effetto, il personale della Volante ha deciso di rompere gli indugi e dopo l’ennesimo avviso ha spruzzato in aria lo spray al peperoncino che aveva in dotazione. 


A quel punto la donna è stata distratta, ha mollato finalmente la presa ed è stata bloccata dalla pattuglia. Nella cittadina sangiorgese sono intervenuti anche i soccorritori del 118 che hanno preso in carico l’assalitrice per cercare di riporatrla a più miti consigli e soprattutto farla calmare. Nè lei, né il compagno, comunque, hanno riportato lesioni. 


La moglie però, mentre si attendeva l’arrivo dell’ambulanza, è tornata nuovamente alla carica, cercando ancora una volta di colpire con calci e schiaffi gli operatori della polizia. A scatenare la furia, oltre ai fumi dell’alcol, sarebbero state alcune foto di donne trovate sul telefono cellulare del marito. Questa la motivazione che lui ha fornito agli agenti sulle cause del violento alterco. Immagini che hanno scatenato una scenata di gelosia ed una tesissima discussione, poi degenerata, fino all’aggressione fisica nei confronti dell’uomo. La moglie, una volta calmata, è stata accompagnata nei locali della questura e segnalata alla Procura della Repubblica di Fermo. Dovrà ora rispondere di resistenza a pubblico ufficiale ed ha ricevuto una sanzione amministrativa per lo stato di ubriachezza. E chissà se dopo la sfuriata dell’altra notte e smaltiti gli eccessi alcolici, tra i coniugi sia tornato il dialogo certo è che il mix di alcol e gelosia ha scatenato un vero putiferio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA