I vandali tornano in azione, raid con il fuoco alla stazione ferroviaria: danni e rabbia

Lunedì 1 Giugno 2020
PORTO SAN GIORGIO - In fiamme la cabina per le fototessere e due cassonetti dei rifiuti. E’ accaduto a Porto San Giorgio, che nel giro di appena 24 ore è stata teatro di due roghi, dopo quello per un’auto carbonizzata nel parcheggio del Palasavelli. Stavolta l’incidente si è verificato nel cuore della città, nell’area della stazione ferroviaria. Il macchinario per scattare automaticamente foto per documenti si trova fuori dal bar della stazione, sulla terrazza che si affaccia su via Verdi.

LEGGI ANCHE: Marche, un altro passo fuori dall'incubo: zero morti da coronavirus/ La mappa interattiva del contagio provincia per provincia

Alla stazione sono intervenuti per le indagini anche gli agenti della Questura di Fermo. Appare verosimile l’ipotesi di un atto doloso. Non sono stati riscontrati, ad un primo esame, segni evidenti di malfunzionamento tali da giustificare l’incendio. Invece all’interno della cabina sono stati individuati segni evidenti di atti vandalici. Tracce che non hanno direttamente a che fare col rogo, ma che lasciano pensare alla possibilità che qualche teppista si sia accanito sul macchinario per poi trovare il modo di appiccare il fuoco. Anche un distributore automatico, sempre nella zona centrale della città, è stato danneggiato. © RIPRODUZIONE RISERVATA