Furti nelle auto, cresce l'emergenza. Scatta una denuncia, appello della polizia: «Non lasciate dentro nulla​»

Mercoledì 14 Luglio 2021 di Serena Murri
Furti nelle auto, cresce l'emergenza. Scatta una denuncia, appello della polizia: «Non lasciate dentro nulla »

PORTO SAN GIORGIO Due furti nelle auto. Il primo nei pressi di viale Don Minzoni. Verso mezzanotte è giunta una segnalazione da parte di cittadini che denunciavano la presenza di una persona sospetta che si aggirava tra le vetture in sosta, richiedendo della polizia. Lo straniero si aggirava fra le auto scrutando dai finestrini possibili oggetti da rubare. Tempestivo l’intervento della Volante.

 

 
Il blitz
La pattuglia, una volta arrivata sul posto, ha iniziato a effettuare alcuni giri di perlustrazione durante i quali è riuscita a individuare la persona segnalata mentre si stava apprestando a uscire dal vano di un furgone. All’arrivo dei poliziotti,ha provato a evitare i controlli tentando anche di fuggire, senza riuscirci perché è stato raggiunto e bloccato. Si tratta di un marocchino di circa 40 anni già noto per numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, contro la persona e in materia di stupefacenti, reati commessi sul territorio fermano e maceratese. Il pregiudicato era già stato arrestato in passato per furti aggravati e condannato anche per furti in abitazioni. Durante le fasi del controllo, ha manifestato insofferenza e tentativi di sfida nei confronti dei poliziotti, i quali lo hanno sottoposto a perquisizione. Nelle tasche del giubbino trovati un telefono cellulare e un portafogli contenente, oltre a una piccola somma di denaro, documenti personali, tessera sanitaria, bancomat e altri documenti, assieme a un libretto di assegni intestato a una donna residente nel Maceratese. Quando gli agenti sono tornati, assieme al pregiudicato, nei pressi del furgone dal quale stava scappando, sono riusciti a rintracciare la titolare del mezzo e di una bancarella. La donna aveva lasciato per pochi istanti la borsa nel veicolo, quel tanto che era bastato a far impossessare il ladro di telefono ed effetti personali. Il ladro è stato invece fotosegnalato dalla polizia scientifica e denunciato all’autorità giudiziaria per furto aggravato.


L’aiuto
Determinante è stata la segnalazione da parte del cittadino che ha permesso l’intervento immediato con il recupero della refurtiva. Niente da fare, invece, almeno per ora, per una donna derubata sul lungomare. Dopo aver parcheggiato la sua vettura su viale Gramsci si era allontanata per mezz’ora, lasciando all’interno dell’auto la borsa. Quando ha fatto ritorno, ha trovato la brutta sorpresa della serratura dell’auto forzata e si è accorta che la borsa, con all’interno una somma molto consistente (si parla di migliaia di euro) era sparita. Dopo aver dato l’allarme, è stata subito raggiunta dalla Volante che finora non è riuscita a trovare elementi utili per le indagini. Cresce dunque l’allarme per questi piccoli furti: occhio a non lasciare oggetti in vista nelle auto parcheggiate.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA