Donna Rosa in versione on the beach: «Unite contro la violenza sulle donne». Presenti anche tanti uomini

Domenica 19 Settembre 2021 di Serena Murri
Donna Rosa in versione on the beach: «Unite contro la violenza sulle donne». Presenti anche tanti uomini

PORTO SAN GIORGIO  - Donna Rosa ha ripreso il cammino. La passeggiata si è svolta ieri pomeriggio e la novità di quest’anno è stato il tragitto dedicato alle donne sulla spiaggia; questa mattina si prosegue con l’itinerario su strada per l’Half Marathon del Piceno. Una manifestazione particolarmente significativa che gli scorsi anni superava i 1.300 iscritti.

 

Anche quest’anno in tante hanno percorso i 5 chilometri a passo libero sulla riva. Per partecipare l’iscrizione era di 7 euro e il ricavato verrà destinato al reparto oncologico dell’ospedale di Fermo. L’Anpof è partner dell’iniziativa, fra gli sponsor Steca Energia e Carifermo.


L’iniziativa benefica, ferma per un anno, riparte ed è sostenuta dall’amministrazione e dall’assessorato allo Sport e, come ricordato dall’assessore, Christian De Luna «è un evento che cresce ogni anno ed è diventato ormai un format». Al centro dell’iniziativa c’è Doriana Valori, presidente dell’asd Valtenna, che ha ricordato la mission dell’associazione: «Promuoviamo lo sport e lo stare insieme con il motto “Cammina che ti passa”».

Presente Maria Lina Vitturini, presidente alle Pari Opportunità: «Ho sempre partecipato - dice -. In questo momento storico, nonostante gli sforzi a livello legislativo e politico, continua a esserci uno smisurato aumento di femminicidi. Un altro obiettivo della manifestazione è il coinvolgimento degli uomini, ai quali è stata dedicata una maglia di colore bianco che simboleggia l’impegno di tutti. È un’iniziativa utile ad aumentare la forza delle donne che sono le stesse a rischio violenza che così si sentono unite e solidali, più motivate ad agire e a chiedere aiuto.

L’appello alla partecipazione è quasi un imperativo: tutte insieme per essere più forti». Salute e benessere e anche diritti delle donne, come ricordato da Laura Gaspari, coordinatrice del Percorso antiviolenza per le donne: «È un momento di aggregazione e confronto, utile a coniugare realtà differenti per un unico obiettivo. Io rappresento il Centro antiviolenza e la cooperativa On the road. Per noi è fondamentale essere presenti all’interno di questo evento, non solo per dare informazioni sulla manifestazione ma anche per l’importanza di far passare il messaggio che quando parliamo di benessere e salute, parliamo anche di diritti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA