P.S.Giorgio, centro videosorvegliato
Ora la curiosità corre sui social

Giovedì 30 Marzo 2017
Cresce il ricorso alla videosorveglianza

PORTO SAN GIORGIO - Che cosa sono quei pali, due per l’esattezza, collocati sul viale Buozzi? Se lo chiedono in molti dopo che nei giorni scorsi ne sono stati installati due alle estremità del viale, entrambi sul lato nord, uno dalla parte della piazza, l’altro quasi di fronte alla farmacia.

La discussione è approdata, come sempre accade in questi casi, su Facebook, dove sono molte le ipotesi fatte dalle persone. C’è chi fa una battuta “saranno mica dei t-red per biciclette?”. Battute a parte, a vederli così come sono al momento in cui si scrive, tali pali danno adito alle ipotesi più disparate, dai microfoni, “senza altoparlanti perché poi dopo disturbano”, a particolari strumentazioni “per contare le persone che non ci sono”.

Sono queste le principali ipotesi che circolano tra la gente sui social che, battute o meno, arrivano pensare che possa trattarsi di strumentazioni per fare le multe. Quei pali di colore grigio, alti circa tre metri, sulla cui sommità si notano alcuni cavi, sono invece dei supporti destinati ad ospitare telecamere per la videosorveglianza. «I dettagli li diffonderemo al più presto – spiega l’assessore alla pubblica sicurezza, Valerio Vesprini – posso anticipare che sono realizzate seguendo le più recenti tecnologie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA