Il pescatore sportivo prende troppe cozze, il commerciante ne vende alcune non tracciate: maxi multe a entrambi

Venerdì 14 Agosto 2020
Il pescatore sportivo prende troppe cozze, il commerciante le vende non tracciate: maxi multe a entrambi

PORTO SAN GIORGIO - È di 225 Kg di cozze e di 5500 euro di sanzioni complessive il bilancio dell’ultima attività di controllo e repressione di illeciti in materia di pesca.

LEGGI ANCHE:
Ascoli, positivo un bimbo di 4 anni. Un contagiato è andato alla festa del patrono e a un matrimonio con 200 persone

Coronavirus: i nuovi positivi delle Marche schizzano a 32, 19 nel Pesarese. Mai così da inizio maggio. Un ricovero in intesiva/ Il contagio nelle regioni

I provvedimenti sono scattati nell’ambito di ispezioni compiute a terra tra Porto San Giorgio e Marina Palmense dai militari della Guardia Costiera sangiorgese, per verificare la corretta gestione della filiera ittica e della commercializzazione del pescato. Destinatari del provvedimento adottato dalla Capitaneria di porto, un pescatore sportivo e il titolare di un’attività commerciale. Il primo, innanzitutto, trovato in possesso di un quantitativo di mitili superiore rispetto a quanto consentito dalla legge, ovvero 3 kg. L’altra situazione è stata a carico del proprietario di un’attività che commercializzava cozze (nome scientifico mtylus galloprovincialis) prive della necessaria documentazione con cui si richiede di rendere nota la tracciabilità del prodotto e la sua provenienza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA