Porto S.Giorgio, Croce Azzurra vincente
Acquistata una nuova ambulanza classe A

Porto S.Giorgio, Croce Azzurra vincente Acquistata una nuova ambulanza classe A
3 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Maggio 2015, 21:31 - Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 09:55
PORTO SAN GIORGIO - ​Con l'arrivo della seconda ambulanza di classe A alla Croce Azzurra il lungomare avrà un mezzo tutto suo. “Non è stato facile reperire i fondi per averlo ma alla fine ce l'abbiamo fatta. Ora potremo fronteggiare anche l'emergenza estiva con ancor maggiore efficienza perché un'ambulanza di classe A sarà collocata sulla litoranea, l'altra rimarrà in sede per ogni altro tipo di emergenza”, parola di Massimo Agostini, rieletto presidente della pubblica assistenza sangiorgese.



Attualmente, infatti, la Croce Azzurra dispone di quattro ambulanze, di cui una di classe A (di quelle utilizzabili per le emergenze) e tre di classe B (per i trasporti), tre pulmini per il trasporto dei disabili, tre automediche e un taxi sanitario. Attualmente sono circa 90 i volontari che ogni giorno prestano servizio con la pubblica assistenza e oltre 600 gli iscritti. Nel riconfermare il progetto “Emergenza estiva” anche per quest'anno, dunque, Agostini può tirare un respiro di sollievo: “Saremo, come lo scorso anno, posizionati nel piazzale della sede Avis anche perché ha una posizione baricentrica. Per il momento confermiamo l'orario 9-19 della copertura sanitaria sulla costa, per 65 giorni. Partiremo con il progetto l'ultimo fine settimana di giugno, copriremo tutti i giorni di luglio e agosto, e lo concluderemo nel primo weekend di settembre. Lo scorso anno abbiamo effettuato 58 emergenze di cui 8 da codice rosso. Si può sempre migliorare, forti anche dei 12 defibrillatori dislocati tra i vari chalet”.



E’ ora, per Agostini, di passare ai numeri con il bilancio 2014 fresco di approvazione: “Il nostro servizio è attivo h24, 365 giorni all'anno. Nel 2014 abbiamo effettuato 2.343 emergenze, 1.488 dialisi, 566 fisioterapie, 102 trasporti per chemioterapie, 11 ricoveri, 367 dimissioni, 402 trasporti per visite o esami medici e 20 trasferimenti. Solo per le emergenze abbiamo percorso 57.842 chilometri, 36.525 chilometri per le emodialisi e 17.720 chilometri per le fisioterapie. Abbiamo impiegato un anno per raccogliere i fondi necessari ad ottenere una nuova ambulanza di classe A grazie alle donazioni e al ricavato delle iniziative promosse o organizzate per solidarietà da associazioni e privati cittadini. Ma ora, finalmente, anche noi avremo un mezzo tutto nuovo e di ultima generazione. Non posso non ringraziare i volontari che con entusiasmo ogni giorno mettono a disposizione della Croce Azzurra, e dunque della collettività, il loro tempo e la loro dedizione. Solo con questo spirito si può far fronte alle emergenze”.



Con Agostini, a sedere nel consiglio direttivo della pubblica assistenza sono stati eletti all'unanimità Paolo Settimi (vice presidente), Marco Viozzi (tesoriere) e Oscar Caro (segretario).
© RIPRODUZIONE RISERVATA