Madre e figlio minacciano con una pistola (per uso sportivo) il vicino di casa nordafricano a Sant'Elpidio a Mare

Operazione dei carabinieri, ritiro cautelare di armi e licenze di porto d’armi

Madre e figlio minacciano con una pistola (per uso sportivo) il vicino di casa nordafricano a Sant'Elpidio a Mare
Madre e figlio minacciano con una pistola (per uso sportivo) il vicino di casa nordafricano a Sant'Elpidio a Mare
di Gianluca Murgia
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Luglio 2022, 14:06 - Ultimo aggiornamento: 3 Luglio, 17:30

SANTE'ELPIDIO A MARE - Minacciano il vicino di casa con una pistola: madre e figlio di Sant'Elpidio a Mare denunciati alla Procura della Repubblica di Fermo. Per loro è anche scattato anche il ritiro cautelare delle armi e delle licenze di porto d’armi per uso sportivo.

La discussione per dissidi condominiali

I Carabinieri della stazione di Sant’Elpidio a Mare, a conclusione di specifici accertamenti, hanno denunciato per minaccia aggravata e porto abusivo di armi, una donna del luogo, di circa 60 anni, e suo figlio 26enne. La vittima è un nordafricano di 50 anni che, intimorito dalle minacce ricevute, ha sporto denuncia nella stazione carabinieri del luogo. I due si erano presentati a casa di un vicino minacciandolo con una pistola. Poco prima, avevano avuto una discussione con lo stesso vicino per futili motivi, riconducibili a dissidi condominiali. 

Sequestrate due pistole, caricatori e proiettili

I militari hanno subito proceduto ad eseguire specifici controlli e al sequestro cautelativamente due pistole, con relativi caricatori e proiettili regolarmente disponibili. Madre e figlio, infatti, le detenevano legalmente in quanto entrambi muniti di porto d’armi per uso sportivo. I carabinieri hanno provveduto a ritirarle insieme alle armi. Della vicenda, oltre ad essere stata informata la Procura della Repubblica, è stata interessata anche la locale prefettura competente ad emettere il divieto di detenzione di armi e munizioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA