Troppe attese per i vaccini, cresce il pressing sui nuovi hub: «Per Montegranaro non c'è mai nulla»

Lunedì 3 Gennaio 2022 di Franco Limido
Troppe attese per i vaccini, cresce il pressing sui nuovi hub: «Per Montegranaro non c'è mai nulla»

MONTEGRANARO - «Nell’ultimo consiglio comunale, avvenuto alla fine dello scorso anno, il gruppo consiliare di minoranza, di cui fanno parte nostri rappresentanti, ha proposto una mozione sulla questione della carenza del servizio di continuità assistenziale. Un problema sollevato pubblicamente dal nostro gruppo politico nei giorni precedenti, che si è ritenuto di riportare a galla anche nell’ultima assise istituzionale per ottenere risposte concrete dal sindaco Endrio Ubaldi».

 
La lettera
E’ l’inizio di una missiva firmata dal Partito Democratico veregrense guidato dalla neo segretaria Maria Ercolani, nella recente consultazione elettorale a sostegno della lista “Avanti con Ediana Mancini”. «Con l’approvazione all’unanimità di questo atto d’indirizzo il sindaco, la giunta e l’amministrazione si devono impegnare a dare risposte che ad oggi non sono arrivate – proseguono i Dem -. Ci accodiamo quindi alla richiesta di effettuare un Consiglio straordinario in seduta aperta sulla questione sanità. Montegranaro è sempre la vittima prescelta in caso di tagli, e la riduzione della guardia medica non può essere liquidata con il solo fatto che mancano i medici». Il gruppo di minoranza precisa che «tale carenza è un problema nel problema. Montegranaro è stato anche uno dei centri, ad esempio, in cui non è transitato il camper vaccinale, e dove a oggi c’è una situazione contagi che sta letteralmente dilagando a macchia d’olio. La chiusura delle scuole e la richiesta irrevocabile del camper erano tutte misure da mettere in atto prima che la situazione degenerasse». La minoranza cittadina conclude affermando che «bisogna prevenire il peggioramento della situazione pandemica, non corrervi dietro affannosamente. In città era stato aperto un punto vaccinale, e in questo periodo in cui gli altri hub sono presi d’assalto, ed in cui sarebbe fondamentale avere più punti dove gestire i prenotati, Montegranaro potrebbe essere un sito adeguato e pronto a entrare in funzione».


L’assenza
Dopo tutto l’onorevole Mauro Lucentini «si era ampiamente vantato - la chiosa del Pd - di aver ottenuto l’hub vaccinale, per poi tirarsi indietro quando l’assessore alla sanità regionale, Filippo Saltamartini, aveva deciso di accentrare il tutto a Fermo, ma oggi non è più sufficiente. Perché non si riapre Montegranaro? Oltre che per tutta la provincia sarebbe un servizio per la stessa comunità cittadina, dove la situazione Covid è tragica. Solo con la vaccinazione e la somministrazione delle terze dosi può essere attenuata». Un appello che cade in un momento di forte tensione sul fronte dei servizi. Tra l’altro proprio oggi è attesa la visita in città di Guido Bertolaso per la presentazione di un progetto. Sarà presente lo stesso Lucentini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA