Buoni acquisto per le famiglie in difficoltà: il Comune di Montegranaro stanzia 35mila euro. Ecco come ottenerli

Buoni acquisto per le famiglie in difficoltà: il Comune di Montegranaro stanzia 35mila euro. Ecco come ottenerli
Buoni acquisto per le famiglie in difficoltà: il Comune di Montegranaro stanzia 35mila euro. Ecco come ottenerli
di Franco Limido
3 Minuti di Lettura
Giovedì 1 Dicembre 2022, 07:27

MONTEGRANARO - Sostenere i nuclei familiari residenti nel territorio municipale che versano in situazione di difficoltà. E’ questa la finalità del bando reso pubblico nei giorni scorsi dal Comune di Montegranaro per una cifra pari a 35mila euro convertibile in buoni acquisto.


L’impegno


«Come anticipato durante le passate settimane - specifica il sindaco Endrio Ubaldi - e confermato nella seduta dell’ultimo consiglio comunale avvenuta giovedì, l’amministrazione comunale ha deliberato la disponibilità di tali risorse del bilancio comunale, senza aiuti da parte dello Stato o della Regione, a favore delle famiglie montegranaresi che le potranno utilizzare sotto forma di buoni acquisti. Abbiamo pubblicato il bando per la ripartizione di tali risorse con l’esatta indicazione dei criteri e delle modalità da seguire, dati consultabili comodamente presso il sito web dell’ente. La scadenza per la presentazione delle domande, interamente online, è fissata per il prossimo 11 dicembre alle 10».


Le cifre


In particolare saranno erogati buoni di 100 euro a nuclei familiari fino a due componenti, 200 euro per famiglie composte da più di due elementi. Tra i requisiti, oltre al fatto di risiedere nel territorio comunale, il non avere pendenze di sorta con il Comune di Montegranaro, non essere soggetto a procedimenti di sfratto su alloggi comunale occupati senza titolo ed avere un’attestazione Isee in corso di validità con un valore annuo non superiore a 12mila euro reddituali. «I nostri contatti telefonici sono a disposizione dell’utenza per fornire tutte le informazioni necessarie - ricorda Ubaldi -. I buoni acquisto dovranno essere utilizzati negli esercizi commerciali cittadini per i quali nei giorni scorsi sono state indicate le procedure di accreditamento».


Gli obiettivi


Ubaldi sottolinea che «il nostro è un aiuto concreto, a famiglie e commercianti, nonostante le grosse difficoltà nella gestione delle risorse comunali vista l’esplosione dei conguagli per le utenze e l’impennata dei tassi che riguardano alcuni vecchi mutui ancora da estinguere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA