Madonna dell'Ambro, sistemato anche il conventino: i Sibillini sempre più meta dei pellegrinaggi

Venerdì 11 Giugno 2021 di Francesco Massi
Madonna dell'Ambro, sistemato anche il conventino: i Sibillini sempre più meta dei pellegrinaggi

MONTEFORTINO - Una nuova vita per il conventino a fianco al Santuario della Madonna dell’Ambro. E’ stata appena terminata la ristrutturazione resasi necessaria dopo il sisma del 2016. Luogo dove da oltre un secolo i frati cappuccini risiedono per custodire il Santuario e accogliere i tantissimi pellegrini che, specialmente in estate, accorrono a visitarlo.

 

Un intervento grazie al sostegno economico di 130mila euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli, che ha inserito il progetto di ristrutturazione del convento all’interno del Masterplan terremoto, il documento programmatico di rilancio del tessuto economico e sociale delle comunità locali colpite dal sisma del 2016.


Esternamente il convento è stato restaurato conservandone e valorizzandone le sue caratteristiche architettoniche. Negli ambienti interni sono stati effettuati interventi di rifunzionalizzazione, tesi ad ottimizzare gli spazi e le relative destinazioni d’uso. Nel piano seminterrato è stato trasferito il negozio di articoli religiosi, notevolmente ampliato e rinnovato. Al piano terra, invece, oltre alla cucina e al refettorio dei frati, è stata ricavata una foresteria per dare la possibilità di accogliere i pellegrini.

Al primo piano e a quello sottotetto le camere per i religiosi e i pellegrini. In un’ala del primo piano è stata ripristinata una sala polifunzionale per riunioni, incontri e momenti di convivialità per i visitatori. I lavori, iniziati nel 2019, sono stati eseguiti dall’impresa Alessandrini di Montefortino con la direzione del geometra Stefano Paccaloni e dell’architetto Marco Quagliatini. Completa la ristrutturazione di tutto il complesso del santuario, visto che quella della chiesa era stata terminata alla fine del 2018. Quello dell’Ambro è il santuario Mariano più frequentato delle Marche dopo Loreto. Rappresenta il primo luogo di richiamo turistico nel territorio dei Sibillini, alimentando un importantissimo flusso economico per tutte le attività ricettive, ristorative e commerciali.


La Provincia Picena (Marche) dei Frati Minori Cappuccini ringrazia la Fondazione Carisap per la solidarietà dimostrata verso le esigenze di un territorio assai provato dalla tragedia del sisma, perché con il sostegno ha donato un eloquente segno di speranza e di fiducia nel futuro.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA