Stroncato da un malore, Montefalcone piange Enzo il fornaio dal cuore d’oro

Stroncato da un malore, Montefalcone piange Enzo il fornaio dal cuore d oro
Stroncato da un malore, Montefalcone piange Enzo il fornaio dal cuore d’oro
di Francesco Massi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Maggio 2022, 06:35

MONTEFALCONE APPENNINO  - Se immaginiamo una persona autenticamente buona e gentile dal profondo del cuore, sempre cordiale e amabile, quella ha il volto di Vincenzo Bertolone. Per tutti il carissimo “Enzo lu fornà” che si è spento prematuramente a 61 anni a causa di un malore improvviso. Dopo aver studiato all’alberghiero ed un periodo di esperienza aveva rilevato nel 1994, da una precedente gestione, il forno nel centro storico di Montefalcone, assieme alla moglie Marisa.

 
Un luogo della dolcezza e della genuinità sia per il pane, i vari dolcetti anche della tradizione, ma prima ancora del calore umano che si respira entrando. Enzo, con l’aiuto di sua moglie, aveva dato la sua impronta di punto di accoglienza e socialità.

Aveva sempre una parola buona per tutti, un interesse umano sincero per chi aveva davanti. Mentre ti incartava la fila di quel pane profumatissimo, qualche merendina o un pezzo di pizza, tutti squisiti, magari ti chiedeva “Come stanno i tuoi genitori? tutto bene in famiglia? E i figli?” Poi immancabilmente “salutameli tanto”. Col suo furgoncino girava anche nelle campagne di Montefalcone e Smerillo, per portare pane fresco e dolci nelle case, specialmente ai più anziani che magari non si potevano spostare.

Un sorriso, un saluto affettuoso e le sue bontà per far cominciare bene la giornata. Non solo il grande fornaio, ma anche un amico, un fratello, un familiare. Per tutti. Lascia nel dolore profondo Marisa, i figli Gianluca e Sara, i tantissimi che lo conoscevano. Uno dei quei personaggi che rimangono nella storia di un paese e nel cuore di tutti. Il funerale si è terrà oggi pomeriggio alle ore 15 nella chiesa di Sant’Antonio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA