Addizionali Irpef, scaglioni di reddito cancellati. L'ira dell'opposizione: «Il sindaco aumenta le tasse e non lo comunica»

Il Comune di Monte Urano
Il Comune di Monte Urano
di Massimiliano Viti
2 Minuti di Lettura
Sabato 28 Maggio 2022, 07:15

MONTE URANO - Dalla iper comunicazione alla mancanza di informazioni. «Si sono ben guardati dal comunicare ai cittadini l’aumento delle tasse, forse perché non troppo popolare» commenta Massimo Mazzaferro, capogruppo di Cambiamo Musica, unica lista di opposizione nel consiglio comunale del centro calzaturiero.

 

«Affare cineteatro Arlecchino? Per dare la nostra valutazione sull’operazione aspettiamo il consiglio comunale che è stato convocato per fine mese. Soprattutto per sapere quali porzioni dell’immobile sono state acquistate. Se ancora una volta ci troveremo di fronte un acquisto parziale e non totale dell’immobile che ospita il cineteatro verrà ripetuto lo stesso errore commesso 22 anni fa e sarebbe inaccettabile» commenta a caldo Mazzaferro che poi torna a criticare l’amministrazione comunale sul fronte della comunicazione: «Negli ultimi mesi l’amministrazione comunale ci ha informato meticolosamente delle passeggiate ecologiche per il paese, una gara di bici con la foto della maggioranza alla partenza, Comunicati su comunicati. Così abbiamo atteso quasi un mese per leggere il comunicato stampa di ciò che era più importante per i cittadini. Ma abbiamo atteso invano. Nemmeno una parola sull’aumento delle addizionali comunale Irpef». Nel bilancio consuntivo per il 2022 l’amministrazione comunale ha cancellato gli scaglioni di reddito, pertanto i redditi dei monturanesi verranno assoggettati all’aliquota massima fin da subito. 


Gli scaglioni
Di conseguenza ci saranno meno soldi nelle tasche dei monturanesi. «Si sono ben guardati dal comunicare ai cittadini l’aumento delle tasse, “forse” perché impopolare» insiste Mazzaferro che fa notare come nel corso dello stesso consiglio comunale che ha approvato il bilancio di previsione del 2022 «la giunta Canigola prevede che gli incassi provenienti dalle multe arrivino a più del doppio rispetto a quelli attuali. Ma dove sono finiti i risparmi sulle bollette di scuole e palazzo comunale chiuso? Perché pesare sulle tasche dei cittadini proprio in questo momento?». Infine l’ultima stilettata: «Visto che l’amministrazione comunale aveva deciso di investire nella comunicazione, anche attraverso un incarico esterno da noi ampiamente criticato, oggi ci troviamo al paradosso della non comunicazione perché prenderanno più soldi dalle nostre tasche. È normale tutto questo?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA