Faccia a faccia da brividi con i ladri in casa. Urla «Che volete?» e li mette in fuga

Domenica 1 Novembre 2020 di Massimilano Viti
Porto sant'Elpidio, faccia a faccia da brividi con i ladri in casa. Urla «Che volete?» e li mette in fuga

MONTE URANO - Faccia a faccia con il ladro. «Che volete?» ha urlato il residente. È bastato questo per far fuggire rocambolescamente i topi di appartamento.

È l’episodio simbolo di un tardo pomeriggio, quello di venerdì 30 ottobre, in cui i ladri hanno scorrazzato nel centro calzaturiero, in particolare nei quartieri Sant’Andrea e Incancellata, dove sono stati segnalati diversi appartamenti rovistati, almeno una mezza dozzina.

 

Le cifre

Il bottino è da quantificare visto che in alcuni casi i ladri sono fuggiti a mani vuote, in altre sono riusciti a portare via oro e altro. Solo in un caso i ladri si sono trovati di fronte un residente. Secondo quanto ricostruito, verso le 18 di venerdì scorso, i malviventi si sono arrampicati sul tetto calpestabile di un edificio attiguo e con un piede di porco hanno scardinato la finestra del bagno dell’appartamento. Vista dall’esterno, la casa sembrava disabitata. Luci spente e nessun rumore proveniente dalle stanze. Ed è possibile che i ladri, prima di passare all’azione, abbiano visto uno dei residenti uscire di casa pochi minuti prima. Una volta entrati, i presunti ladri hanno cominciato la loro perlustrazione, aprendo le porte delle varie stanze prima di scegliere quale rovistare a fondo. Aprendo la porta di una stanza che credevano vuota come le altre, hanno trovato un residente che stava riposando. Entrambi sono rimasti sorpresi. «Che volete?» ha urlato il giovane monturanese all’indirizzo dello sconosciuto. In un battibaleno i ladri sono fuggiti, passando dal balcone e riuscendo a far perdere le proprie tracce. Molto probabilmente, nella fuga, qualcuno è scivolato su un tappeto posizionato lungo un corridoio, ritrovato non perfettamente aderente al pavimento. Nei pressi è stata rinvenuta una mascherina che è stata consegnata alle forze dell’ordine, intervenute subito dopo, insieme al piede di porco. Oggetti importanti per lo svolgimento delle indagini che i carabinieri hanno già avviato.

Le indagini

Nel caso specifico è stato impossibile riuscire a individuare quanti erano i ladri e se sono fuggiti a piedi o a bordo di un’auto guidata da un complice. All’interno dell’appartamento non sembra mancare nulla. C’è il comprensibile spavento del giovane che si è trovato a pochi metri dal ladro e di tutti quelli che vivono all’interno della casa. Stessa sensazione di impotenza e smarrimento che hanno provato gli altri residenti degli immobili visitati dai ladri. Stanze messe a soqquadro nella migliore delle ipotesi a cui si aggiungono a volte, infissi rotti e oro e gioielli spariti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA