Sesso con una minorenne: sette anni al volontario 71enne del centro estivo della parrocchia

Mercoledì 30 Settembre 2020 di Veronica Bucci
Sesso con una minorenne: sette anni al volontario del centro estivo della parrocchia

MACERATA - Conosce una minorenne in un campus estivo e la induce ad avere con lui rapporti sessuali. Condannato a sette anni di reclusione un 71enne di Monte San Pietrangeli.

La vicenda risale a luglio del 2014 quando entrambi, sia l’uomo sia la minorenne, erano in un campus estivo, un Grest (gruppo estivo, ndr) organizzato da una parrocchia di un comune del Maceratese.
 
La ricostruzione 
Lui era impegnato come volontario e come tale si occupava di prestare il proprio aiuto per le questioni logistiche, lei era un’educatrice dei bambini più piccoli. La ragazzina all’epoca aveva 17 anni e un piccolo ritardo cognitivo. Per l’accusa, ieri sostenuta in aula dal pubblico ministero Stefania Ciccioli, l’uomo avrebbe approfittato anche di questo per indurre la minorenne a compiere atti sessuali. Ed è stato nel campus che l’uomo, più grande di lei di circa una cinquantina di anni, avrebbe iniziato i primi approcci per poi incontrarla anche in altre occasioni successivamente. Tutto questo sarebbe andato avanti fino all’estate successiva quando la zia - a cui la minorenne era affidata - scoprì quello che stava accadendo leggendo il diario della nipote. Ne seguì una denuncia a carico dell’uomo, poi la vicenda finì in mano alla procura, fu disposta una perizia per stabilire se la minore fosse attendibile e capace a testimoniare, lo psichiatra concluse il proprio accertamento stabilendo che sì la minore non solo era attendibile ma anche capace a testimoniare. Le indagini proseguirono per effettuare ulteriori verifiche, dall’analisi dei tabulati sarebbe emerso che l’uomo nel giro di poche settimane avrebbe effettuato più di 200 chiamate alla giovane, poi la contestazione: violenza sessuale aggravata.
La discussione
Ieri si è celebrata la discussione del processo a carico del 71enne. Il pubblico ministero ha chiesto la condanna dell’imputato a sette anni di reclusione, alla richiesta della procura si è associato il legale di parte civile, l’avvocato Maurizio Forconi, nominato dall’amministratore di sostegno Silvia Acquaroli. La difesa, sostenuta dall’avvocato Roberto Gentilucci, ha rigettato le accuse sostenendo che l’imputato non ha mai avuto rapporti con la minorenne. All’esito della camera di consiglio i giudici del collegio hanno condannato il 71enne a sette anni di reclusione e al pagamento di 10.000 euro di provvisionale alla parte civile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA