Tod’s, record di vendite e 1 miliardo di fatturato. Della Valle: «Punti vendita selezionati in nuovi mercati»

Tod s, record di vendite e 1 miliardo di fatturato. Della Valle: «Punti vendita selezionati in nuovi mercati»
Tod’s, record di vendite e 1 miliardo di fatturato. Della Valle: «Punti vendita selezionati in nuovi mercati»
di Massimiliano Viti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Gennaio 2023, 04:15 - Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio, 14:25

ANCONA - Record di vendite. Tod’s torna nel prestigioso club dei marchi di moda da 1 billion. Ieri la società del lusso con quartier generale a Casette d’Ete, e guidata dalla famiglia Della Valle, ha comunicato i dati preliminari delle vendite del 2022. Il fatturato consolidato del gruppo Tod’s è leggermente superiore a 1 miliardo di euro, livello oltrepassato solo nel 2016: 1,006 miliardi nel 2022 e 1,004 miliardi nel 2016. Il valore dei ricavi del 2022 è superiore del 13,9% rispetto al 2021 e di circa il 10% sul 2019, l’anno pre pandemia.

Un record ottenuto con uno scenario economico e geopolitico molto più complesso rispetto al 2016. La guerra in Europa e la politica zero Covid imposta dal governo di Pechino hanno influenzato negativamente le vendite. Ma il gruppo Tod’s, che oltre al marchio omonimo controlla anche Roger Vivier, Hogan e Fay, ha fatto di necessità virtù. Grazie anche al boom della pelletteria, che ha trainato tutto il settore del lusso. Ne ha beneficiato anche Tod’s che ha visto i ricavi provenienti dalle borse salire di un terzo. 


Il commento


Un aiuto per arrivare al record di fatturato è arrivato dall’aumento dei prezzi di vendita che tutti i player del lusso hanno applicato. Diego Della Valle, presidente e ceo del gruppo, oltre a esprimere la sua soddisfazione, spiega che: «La crescita è stata guidata dal canale retail e dal marchio Tod’s, che ha registrato ottimi risultati in tutte le categorie di prodotto. Stiamo raccogliendo i primi risultati che sono il frutto della strategia di medio periodo che abbiamo avviato, che ha come obbiettivo principale quello di accrescere il valore patrimoniale del Gruppo e di ogni singolo marchio, destinandovi tutti gli investimenti necessari per ottenere questo risultato».


I passi


L’imprenditore marchigiano ha poi elencato i prossimi passi strategici della società: «Stiamo proseguendo la politica di sviluppo nella rete distributiva, con aperture di nuovi punti vendita selezionati anche in nuovi mercati e vogliamo migliorare la crescita organica». Della Valle ha poi citato gli sforzi del gruppo «per avvicinarci sempre più alla clientela più giovane» e si è detto ottimista per il 2023: «Considerando l’ottimo inizio di stagione nei nostri negozi e la solidità del portafoglio ordini per la prossima stagione, siamo molto fiduciosi».

Nel dettaglio, a cambi correnti, le vendite dei prodotti a marchio Tod’s (che genera la metà dei ricavi complessivi del gruppo) sono cresciute del 19%, Roger Vivier +7%, Hogan e Fay +11%. A livello geografico, i ricavi generati dalle Americhe sono saliti del 31% e quelli del resto del mondo del 43%, sopperendo così al -8% registrato in Cina. Bene anche il mercato domestico: +16%. Il 16 gennaio Tod’s ha anche aderito al Global Compact delle Nazioni Unite, l’iniziativa strategica per la sostenibilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA