Porto San Giorgio, pericolo polveri sottili
Il M5S chiede centraline per il controllo

Porto San Giorgio, pericolo polveri sottili Il M5S chiede centraline per il controllo
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Dicembre 2015, 12:46

PORTO SAN GIORGIO - Il Movimento 5 Stelle di Porto San Giorgio chiede all'amministrazione Loira di installare delle centraline per il controllo dei livelli delle polveri sottili all'ingresso sud della città.
Contestualmente, il M5S chiede anche di far partire una campagna di informazione e di mettere in campo iniziative concrete per favorire la mobilità più sostenibile. "L'allarme arriva dall'edizione di "Mal'Aria di Città", la tradizionale campagna di Legambiente Marche che monitora la qualità dell'aria nei centri urbani d'Italia. Grave, in particolare, la situazione delle polveri sottili in ben 95 città incluse nella classifica "PM10 ti tengo d'occhio" di cui ben 51 quelle che hanno superato il tetto di 35 giorni di sforamento del valore medio giornaliero (50 microgrammi/metro cubo) stabilito dalla legge. Sulla scia di questa emergenza nazionale, la nostra ridente cittadina potrebbe essere tra quelle che superano la soglia ma, visto che ancora è sprovvista di una centralina di misurazione, è difficile stabilirlo con esattezza”.

“L'unica misura di disinquinamento adottata dall'amministrazione - ricordano i pentastellati - è limitata all'impedimento della percorrenza del lungomare alle auto con modello inferiore all'Euro 3, ma il cui limite non è assolutamente rispettato o viene evaso con facilità. Noi del Movimento 5 Stelle di Porto San Giorgio chiediamo che sia installata una centralina per il controllo delle Pm10 per la nostra cittadina in un punto strategico della circolazione primaria, ossia sull'arteria stradale più frequentata che è, per noi, quella dell'ingresso alla nostra città presso lo svincolo della rotonda vicina all'uscita autostradale con congiunzione alla strada Pompeiana per Fermo, e all'ingresso del nuovo centro commerciale Oasi, sempre più in espansione”.

“In attesa di conoscere il risultato dei rilevamenti, in caso di superamento del limite delle polveri sottili chiediamo che l'amministrazione intraprenda le iniziative necessarie per favorire la riduzione del fenomeno. E' anche necessario che - conclude il Movimento 5 Stelle di Porto San Giorgio - si faccia partire una campagna di informazione sui rischi per la salute e si mettano in atto iniziative concrete per promuovere una mobilità più sostenibile a partire dalle zone più sensibili come quelle vicine alle scuole".

© RIPRODUZIONE RISERVATA