Fermo, parte la stagione concertistica
con il fuoriclasse del sax Mondelci

Federico Mondelci
Federico Mondelci
3 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Dicembre 2015, 20:02 - Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 12:36
FERMO - Dopo un’anteprima dedicata ai giovani talenti, la Stagione Concertistica organizzata dal Comune e dalla Gioventù Musicale, propone questa domenica alle ore 17 una inaugurazione di spessore.

“Musica dell’anima” il titolo del concerto che vedrà in palcoscenico un fuoriclasse del saxofono Federico Mondelci insieme al Quintetto Postacchini per eseguire pagine che toccano l’animo nel profondo, musiche che hanno fatto sognare intere generazioni.

Duke Ellington, George Gerswin con il suo inimitabile “Summertime”, le più belle colonne sonore scritte da Ennio Morricone e Nicola Piovani per film quali “C’era una volta il West”, “La vita è bella”, ma anche quelle indimenticabili di Nyman scritte per i film “Il diario di Anna Frank”, “Lezioni di piano” o “I misteri del giardino di Compton House”, fino al “Libertango” di Astor Piazzolla.

Tutte eseguite con l’ormai ben nota e apprezzata maestria di Federico Mondelci, capace con i suoi sax di stregare il pubblico con sonorità e intensità emotiva fuori dal comune, insieme ad un quintetto composto da alcuni dei migliori solisti quali Luca Marziali, Piero Binchi violino, Stefano Morgione viola, Alessandro Culiani violoncello, Massimo Di Moia contrabbasso.

Mondelci si è diplomato al Conservatorio “Rossini” di Pesaro e successivamente al Conservatorio Superiore di Bordeaux con la Medaglia d’oro all’unanimità. Da allora suona con le più importanti orchestre, quali la Filarmonica della Scala. L’esibizione al Festival di San Pietroburgo e alla sala Tchaikovsky di Mosca lo ha portato ad una stretta collaborazione con la Moscow Chamber Orchestra e il loro CD con i Tanghi di Piazzolla per la casa americana Delos ha ricevuto giudizi esaltanti. Il CD monografico su Giacinto Scelsi, edito dalla INA in Francia, ha ottenuto il “Diapason d’Or”. Nella stagione 2009/2010 ha in programma numerose tournée in USA, Russia, Nuova Zelanda, Thailandia.
Fondato nel 1995, il quintetto “A. Postacchini” è composto da affermati solisti marchigiani diplomati con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio “Rossini” di Pesaro.

Intitolato al celebre liutaio marchigiano dell’800 Andrea Postacchini, il Quintetto svolge un’intensa attività concertistica in Italian e all’estero con un repertorio che spazia dal classico al romantico, dalla scuola viennese alla musica americana fino a prime esecuzioni assolute di composizioni dedicate al Quintetto stesso. Collabora con solisti di fama internazionale e vanta collaborazioni anche con musicisti di diversa estrazione tra i quali Avion Travel, La Cruz e Paolo Conte che si è avvalso del quartetto per la registrazione del suo disco “Elegia”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA