Vento a 100 km/h, nel Fermano strage di alberi e danni alle auto: allarme e disagi per gli incidenti

Vento a 100 km/h, nel Fermano strage di alberi e danni alle auto: allarme e disagi per gli incidenti
Vento a 100 km/h, nel Fermano strage di alberi e danni alle auto: allarme e disagi per gli incidenti
di Domenico Ciarrocchi
4 Minuti di Lettura
Domenica 18 Settembre 2022, 04:00

FERMO - «Ho visto quell’albero cadere in mezzo alla strada di fronte a me. Ho fatto appena in tempo a frenare. Ma che paura!». Un automobilista racconta la disavventura di cui è stato protagonista ieri mattina. L’incidente sfiorato lungo la Faleriense, a Piane di Monteverde, in territorio di Montegiorgio. E’ proprio la Faleriense una delle strade più bersagliate dall’ondata di maltempo che ieri ha investito anche il Fermano. Altri alberi caduti e rallentamenti sono stati segnalati in territorio di Sant’Elpidio a Mare, tanto che il sindaco Alessio Pignotti ha attivato il Centro operativo comunale di Protezione civile per coordinare i lavori di intervento e soccorso.

 
La riviera
Segnalazioni sono arrivate anche dalla costa, con la caduta di alberi in mezzo alle strade e sulle auto sia a Porto Sant’Elpidio che a Lido Tre Archi e Porto San Giorgio. Qui, fra l’altro, le forti raffiche di vento hanno provocato la caduta di un palo della luce e il ribaltamento di un camion con una vela pubblicitaria. Il sindaco Valerio Vesprini ha lanciato un appello tramite social raccomandando a tutti di fare «la massima attenzione in queste ore di meteo avverso, rinviando ogni spostamento non necessario. Per qualsiasi segnalazione la Protezione civile è attiva e pronta ad intervenire». I problemi maggiori fra le ore 13 e le 15, anche se la pioggia ha continuato a cadere anche dopo. Ma i disagi, più che per la pioggia, sono stati legati al vento, con raffiche che in alcuni casi hanno sfiorato i 100 kn/h.


Lo schianto
Fra gli incidenti legati al maltempo, quello lungo la Strada Fermana, lo stradone che collega Fermo e Porto San Giorgio, con inevitabili disagi per le file che si sono venute a creare. Una Fiat Panda è finita contro un muro di contenimento. Un altro incidente sulla Statale a Porto Sant’Elpidio. I Comuni si sono mobilitati insieme alla Steat per i trasporti scolastici, visto che l’allarme è stato lanciato a cavallo dell’ultima ora di lezione. Tutto è filato liscio in una giornata a due volti, tanto che durante le prime ore della mattinata sono stati numerosi i bagnanti che si sono riversati sulle spiagge approfittando del sabato mattina. C’è chi ha postato foto con i piedi in acqua di mattina e di alberi spezzati dal vento poche ore dopo. Il mare si è poi ingrossato a vista d’occhio riaccendendo l’allarme per gli chalet a Porto Sant’Elpidio. Fra gli alberi caduti sopra le auto, quello a Tre Archi, nei pressi del ponte sul Tenna, a Fermo nelle vicinanze del Liceo scientifico e a Servigliano.
Le zone
Allarmi analoghi sono giunti un po’ da tutta la provincia, sia dalla zona della Valdaso che nei pressi della Statale a Marina di Altidona. Il sindaco di Monterubbiano Decine gli interventi dei vigili del fuoco durati fino a tarda sera, mobilitati anche carabinieri, polizia e polizia stradale. Per fortuna, a differenza di quanto capitato a cavallo fra Pesarese e Anconetano, il fenomeno si è a mano a mano affievolito, tanto che dopo una pioggia leggera, già intorno alle 18 è tornato in molte zone il sole. Per oggi le previsioni sembrano confortanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA