Green pass, ristoranti e chalet passati al setaccio. Via anche alla task force per bloccare le risse fra i giovani

Martedì 7 Settembre 2021 di Nicola Baldi
Green pass, ristoranti e chalet passati al setaccio. Via anche alla task force per bloccare le risse fra i giovani

FERMO - Proseguono i controlli disposti dalla Questura di Fermo. In azione polizia, carabinieri, finanza e polizie locali dei Comuni della costa con un freno, tra l’altro, alle risse. Sui pochi e piccoli screzi che avrebbero potuto trasformarsi in violenti alterchi, interventi tempestivi per evitare il peggio. Identificate più di 540 persone e verifica amministrativa per circa 300 veicoli; in tutto 35 multe per violazioni del codice della strada. Tra queste ultime, ma ormai è cronaca quasi quotidiana, due sanzioni per la mancanza dell’assicurazione. Controlli anche nelle attività di ristorazione, più di 30, presso le quali il personale ha effettuato verifiche a campione; decine i Green pass verificati ma nessuna sanzione elevata, durante questo fine settimana, nei confronti dei titolari degli esercizi.

 

 
La bicicletta
Nel corso delle attività la Volante ha proceduto anche al controllo di un giovane fermano in sella a una bicicletta; il ragazzo è risultato avere precedenti per uso di sostanze stupefacenti che hanno indotto i poliziotti a effettuare una verifica degli oggetti conservati nelle tasche.


Il tabacco
All’interno di una confezione di tabacco per sigarette sono state rinvenute due dosi di droga, una di hashish e l’altra di cocaina. Le sostanze sono state sequestrate e il possessore segnalato alla Prefettura. Interventi degli equipaggi della polizia anche per la sicurezza dei trasporti pubblici e in particolare per segnalazioni degli autisti e del personale di vigilanza sugli autobus relativi a soggetti che, sprovvisti di biglietto, rifiutavano di farsi identificare per non pagare la multa; in alcuni casi il soggetto prima dell’arrivo della Volante era già sceso dal mezzo e si era dileguato mentre in altre occasioni i poliziotti hanno proceduto alla loro identificazione per la successiva contravvenzione. Verifiche mirate che hanno interessato ogni realtà territoriale della costa e che sono proseguite, dopo il weekend, anche ieri.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA