Guardalinee nel mirino durante la sfida con il Cesena: scatta il Daspo per tre tifosi della Fermana

Guardalinee nel mirino durante la sfida con il Cesena: scatta il Daspo per tre tifosi della Fermana
Guardalinee nel mirino durante la sfida con il Cesena: scatta il Daspo per tre tifosi della Fermana
di PIerpaolo Pierleoni
2 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Luglio 2022, 06:20

FERMO  - Mentre la Fermana lotta fuori dal campo per il ripescaggio in Lega Pro e proprio due giorni fa ha depositato la domanda che la farebbe rientrare nel calcio professionistico, qualche tifoso canarino sa già che non potrà vedere dal vivo le gare della squadra il prossimo anno.

Il questore di Fermo, terminata l’istruttoria da parte della divisione anticrimine, ha infatti emesso tre Daspo della durata di un anno. Interdetto quindi l’accesso alle manifestazioni sportive, come punizione per i disordini della partita contro il Cesena il 27 marzo scorso. Tutto era partito da una decisione contestata, dai calciatori in campo e dal pubblico sugli spalti dello stadio Recchioni, per un gol della squadra romagnola. Furibonda la reazione di tre tifosi in particolare, che sfogarono la rabbia verso il guardalinee posizionato sotto la tribuna. Il giudice sportivo aveva già inflitto alla Fermana Calcio una multa di duemila euro, per fatti contrari alle norme in materia di ordine e sicurezza, messi in atto all’inizio del secondo tempo da parte dei sostenitori in tribuna centrale.


La ricostruzione
Ai tre facinorosi veniva in particolare contestato di aver arrecato pericolo all’incolumità pubblica, lanciando verso l’assistente arbitrale due bicchieri di plastica semipieni e una bottiglietta d’acqua. La ripresa della partita dopo l’intervallo era slittata di circa tre minuti, proprio a causa di queste condotte. Ora arriva il verdetto del Questore, che ha disposto l’allontanamento dalle manifestazioni sportive per 12 mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA