Da Dumbo a Sandy Marton: in centro il regno delle feste. Tante iniziative per Natale e Capodanno

Domenica 28 Novembre 2021 di Chiara Morini
Da Dumbo a Sandy Marton: in centro il regno delle feste. Tante iniziative per Natale e Capodanno

FERMO  - «Vivete la magia del Natale»: è l’invito che, quasi all’unisono, fanno tutti gli attori che animeranno il periodo delle festività a Fermo. Gli assessori al Turismo, Annalisa Cerretani, alla Cultura, Micol Lanzidei, e il vicesindaco e delegato al Commercio, Mauro Torresi, innanzitutto. Ma poi anche Silvia Cicconi e Javiera Castro Aste de “Il mio e il tuo”, che animeranno i laboratori nel tendone da circo di piazzale Azzolino.

 


E ancora Emiliano Foglini della contrada Campolege che torna ad aprire la casa di Babbo Natale nel tunnel, il circense Ulisse Takimiri, Monica Ferracuti che organizza il mercatino, Giovanni Serravalli e sua moglie Valeria che tornano quest’anno con l’albero meccanizzato, portando la novità del “Rompighiaccio”. Quindi Aurora Talamonti della contrada Torre Di Palme, che ieri ha fatto diventare il borgo una “Torre d’Avvento”: aspettando il Natale, sono state accese le prime luci, fatta una caccia al tesoro, un laboratorio per bambini, mercatini con tanto di angolo per le foto. Poi Stefano Castori che per la notte di San Silvestro porta Sandy Marton in piazza del Popolo, e Natalino Mattieto che dice che «per l’8 dicembre saremo pronti con i presepi».


Quest’anno “Fermo magica e lo spettacolo del Natale”, sarà un contenitore a tema circo, anni ‘20, quello del protagonista “Dumbo”, spiega l’assessore Lanzidei, «qui non inteso come il personaggio della Disney, ma del film del 2019 di Tim Burton. Un film che racconta la diversità, con un circo in versione vintage, nei primi decenni del ‘900. Protagonisti saranno il Dumbolone, tendone in piazzale Azzolino, e la Dumbolina, pista vicina a quella di pattinaggio sul ghiaccio, dove ci saranno delle pillole di show circensi itineranti». Nel tendone spettacoli circensi a cura del circo Takimiri, con il primo show in programma già questo pomeriggio, con doppio orario alle 16 e alle 18,45. Lo spettacolo rappresenterà una sorta di ideale confronto tra il circo classico e il circo contemporaneo, e, insieme alle varie attrazioni circensi, ripercorrerà le rivisitate gag comiche del famoso Clown Takimiri. «Dici Natale dici circo – commenta Ulisse Takimiri – nel periodo delle festività ovunque si vede il circo, che contribuisce a dare magia: noi, solitamente, alla fine degli spettacoli diciamo che “si dimenticheranno i volti ma non la magia”».


Il perché si è pensato di realizzare un progetto con al centro il circo, lo spiegano Silvia Cicconi e Javiera Castro Aste: «Il progetto nasce durante l’ultimo Clown&Clown a Monte San Giusto. Con l’organizzazione e gli sponsor tecnici ci saranno tanti nasi rossi per i bimbi». Quanto ai bambini, insieme alle scuole prima e dopo le vacanze, e anche alle famiglie, durante le festività, saranno coinvolti in laboratori che lasceranno un po’ di “circo” nelle mani dei più piccoli. «Fermo Magica – aggiunge l’assessore Cerretani – è un appuntamento importante, che già abbiamo presentato nelle zone vicine e nell’Umbria. E anche ai tour operator: un gruppo di oltre 100 persone già ha prenotato, dopo essersi informata di cosa ci sarebbe stato a Capodanno». Il concerto di Sandy Marton, si diceva, ma prima si aprirà la casa di Babbo Natale, «Un assetto leggermente diverso, ma sempre nel tunnel» spiega Foglini e ci sarà la fiera di Natale, entrambi l’8 dicembre.


Stessa data, come detto, per i presepi, poi il “Fermo bike” nei weekend, il mercatino che, puntualizza Monica Ferracuti, «è costituito dalle casette che saranno operative tutti i giorni». Ancora l’albero meccanizzato, dove, spiegano Giovanni e Valeria Serravalli, «i bimbi con disabilità non pagheranno, e se ci saranno gruppi scolastici che al mattino vorranno portare i piccoli, sono previsti prezzi di favore per gruppi». Aspettando le luminarie che, dice l’assessore Torresi, «saranno messe anche nei vari quartieri». Ce n’è per tutti i gusti, con mostre, spettacoli teatrali, concerti e il resto della programmazione culturale, che sono confluiti nel cartellone natalizio, che prevede il Green pass solo per gli eventi al chiuso. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA