Chiesa gremita per l’ultimo saluto a Sergio Fiumaroli trovato morto nella sua auto vicino alla Bonifica

Domenica 24 Ottobre 2021
Chiesa gremita per l ultimo saluto a Sergio Fiumaroli trovato morto nella sua auto vicino alla Bonifica

FERMO - Gremita la chiesa di Sant’Antonio da Padova per l’addio a Sergio Fiumaroli, il 74enne trovato morto nella sua auto la notte tra il 14 e il 15 ottobre vicino alla Bonifica a San Benedetto. Tanti gli amici e i conoscenti radunati per dare l’ultimo saluto allo storico benzinaio di viale Trento, prima, e di Molini, poi.

 

Presente, tra gli altri, anche il legale della famiglia, Alessandro Ciarrocchi. A officiare la messa don Salvatore Sica che, durante l’omelia, ha invitato «a riflettere sul nostro stile di vita, sui nostri progetti di vita e sui nostri valori». «Spesso – ha proseguito il parroco –, confidiamo in ciò che è effimero e passeggero, ma la vita scorre e dobbiamo rivedere il nostro modo di vivere». «Da due anni a questa parte – ha detto ancora – la pandemia ha messo in discussione il potere dell’uomo e della scienza e in un attimo ha messo tutto sul chi va là».

Niente saluti ai famigliari del defunto a fine messa, per via del Covid. La bara è stata, poi, trasportata nel vicino cimitero comunale. Una morte, quella di Fiumaroli, che ha scosso la città, dove era molto conosciuto. Se l’autopsia eseguita sul corpo ha rivelato che a uccidere il benzinaio è stato un infarto, proseguono le indagini per chiarire cosa sia successo quella notte. Sotto la lente, le ultime ore di vita del benzinaio in pensione, che, dopo aver cenato in zona con un amico, è stato ritrovato cadavere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA