Cavalcata dell’Assunta, bando per la selezione dei cavalli. Ecco cosa cambia per contradaioli e scuderie

Sabato 28 Maggio 2022 di Francesca Pasquali
La Cavalcata dell'Assunta a Fermo

FERMO - È uno degli appuntamenti più suggestivi della Cavalcata dell’Assunta. La consegna della giubba ai fantini da parte delle dame di contrada, quest’anno, avrà un momento tutto suo. La mattina di Ferragosto, durante il Pontificale in duomo, «per non sminuirne il valore simbolico». Sarà lì che le dame apporranno il fiocco con i colori delle contrade ai cavalli e i priori consegneranno le giubbe ai fantini, indossando le quali, poche ore dopo, proveranno a conquistare il Palio 2022. 

 
La cerimonia
Fino all’anno scorso, la cerimonia si teneva la sera della Tratta dei Barberi, il sorteggio e l’abbinamento dei cavalli con le contrade. Da quest’anno, avrà un evento dedicato. L’altra novità di questa edizione riguarda le scuderie. A quelle che resteranno più giorni in città saranno aumentati i rimborsi. L’obiettivo – spiegano Roberto Montelpare e Andrea Monteriù – è «di incentivarle a restare dal 12 agosto, giorno delle visite mediche, al 15, giorno del Palio, e di coinvolgere maggiormente i contradaioli a vivere il cavallo assegnato». «In zona – aggiungono i vicepresidenti della Cavalcata –, sono disponibili numerose strutture con piste di allenamento, così che tutti possano trovare il massimo comfort, oltre al fatto che alcune contrade hanno costruito la scuderia di contrada, dove ospitare il proprio cavallo». È stato, intanto, pubblicato il bando per la selezione dei cavalli. È consultabile nel sito della Cavalcata (cavalcatadellassunta.it). 


Il bando
Le scuderie di tutta Italia potranno iscrivere i loro campioni entro mezzogiorno del 14 luglio, mandando una mail a cavalli.cavalcata@gmail.com. A spiegare le caratteristiche che dovranno avere i mezzosangue per partecipare alla gara è il medico veterinario ippiatra Stefano Sgariglia, che è responsabile del gruppo corsa e cavalli e che è stato nominato dalla Presidenza del Palio di Fucecchio (Firenze) giudice di gara per il Palio dello scorso 22 maggio. I requisiti dei mezzosangue per partecipare alla Cavalcata, si diceva. Quindi: iscrizione al Libro genealogico del cavallo anglo-arabo, passaporto emesso o registrato dal Mipaaf (Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali), età non inferiore a quattro anni e non superiore a dodici. Se il Consiglio di cernita riterrà valida la domanda di iscrizione, il cavallo accederà alla votazioni per scegliere i dieci che correranno e che si contenderanno il Palio. Il 15 luglio, alle contrade sarà consegnata la lista con i nominativi dei cavalli regolarmente iscritti. Il 19 sarà convocata la riunione di Cernita. I dieci cavalli che otterranno il punteggio più alto, dopo aver superato le visite mediche, parteciperanno alla Tratta dei Barberi del 12 agosto e, il 15, alla corsa. A meno settantanove giorni dal Palio, la Cavalcata scalda i motori. Diverse le novità di questa edizione, che ha il sapore della ripartenza. La prima, già svelata, è l’arrivo a cavallo, in piazza del Popolo, di Bianca Maria Visconti, moglie di Francesco Sforza, della quale i musici e gli alfieri della Cavalcata metteranno in scena la storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA