Turismo, a Fermo l'Umbria funziona anche dopo l'estate. Ora Tipicità cerca di allargare i confini

Turismo, a Fermo l'Umbria funziona anche dopo l'estate. Ora Tipicità cerca di allargare i confini
Turismo, a Fermo l'Umbria funziona anche dopo l'estate. Ora Tipicità cerca di allargare i confini
di Domenico Ciarrocchi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Ottobre 2022, 05:05 - Ultimo aggiornamento: 13:07

FERMO - L’estate è in archivio ma il Fermano insiste con l’Umbria, serbatoio di turisti per la bella stagione. E non solo. Con un occhio alla prossima edizione di Tipicità, in programma al Fermo Forum dall’11 al 13 marzo 2023. In occasione dei Primi d’Italia, la fiera organizzata a Foligno per promuovere la pasta, il Comune di Fermo è stato protagonista, con la regia di Tipicità, di un evento all’auditorium di Santa Caterina. Ad accogliere il primo cittadino il sindaco di Foligno Stefano Zuccarini, insieme agli assessori alla Cultura e Turismo della città umbra. «Per noi è importante avere un legame così vivo con Fermo e il territorio marchigiano – ha detto Zuccarini – e rinnovo a Calcinaro tutta la nostra collaborazione per attività che valorizzino le nostre rispettive città, come le proficue esperienze che abbiamo già sviluppato».

 
L’intesa

«Accogliamo con piacere la disponibilità della comunità folignate e siamo pronti a collaborare, grazie alle iniziative che caratterizzano le due città e le uniscono idealmente – ha detto a sua volta il sindaco Paolo Calcinaro -. Mi riferisco in particolare alle rievocazioni storiche, la Quintana e la Cavalcata, insieme ai Festival di portata nazionale e oltre, ossia Tipicità e I Primi d’Italia».

Un parterre di giornalisti, blogger, gourmet ed amministratori ha partecipato all’evento dedicato ai vincisgrassi alla maceratese, che hanno di recente ottenuto la denominazione europea di Specialità Tradizionale Garantita. Presenti per l’occasione anche il Sindaco di Camerino e l’assessore alle attività produttive di Macerata. «Siamo pronti – ha sottolineato il direttore di Tipicità Angelo Serri – per lavorare con logiche di area vasta ed includere nel progetto Tipicità tutte le identità meritevoli di valorizzazione, anche in ottica di Italia Centrale. In questo senso ci aspettiamo una partecipazione rilevante da parte di Foligno a Tipicità Festival 2023, con un’area specifica dedicata a sviluppare e valorizzare i rapporti tra le nostre comunità e le rispettive specificità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA