Fermo, il premio dell'assicurazione
in realtà è una truffa: gli sfila 250 euro

Il premio dell'assicurazione
in realtà è una truffa:
gli sfila 250 euro e scompare
FERMO - Un signore, apparentemente distinto, si è presentato a casa di un anziano di 76 anni spacciandosi per un agente assicurativo che avrebbe dovuto liquidargli un vecchio premio di una polizza sottoscritta anni fa dal figlio. La somma del premio si aggirava sui settemila euro ma prima, però, l’anziano doveva pagare le spese della pratica per 250 euro. Così il poverino ha pagato convinto di incassare l’assegno. Invece il lestofante appena ha avuto i 250 euro in mano è sparito.
Sono le vittime preferite dei più odiati tra i crimini, le truffe ai danni di anziani ad opera di delinquenti. Gli anziani restano un anello debole della vita sociale, perchè vulnerabili, ma rappresentano anche una forza, quando sono prese in considerazione virtù come l’esperienza e la memoria delle radici storiche e culturali di una comunità. 
L’estate non porta solo vacanzieri ma anche stuoli di apprendisti truffatori e criminali incalliti pronti a mietere vittime pur di fare soldi. Chiedono di controllare il libretto della pensione, ci sono i falsi dipendenti Enel e Telecom, anche quelli della Ciip che devono verificare la linea o i contatori, ma anche finti elettricisti, o idraulici.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Luglio 2019, 03:35 - Ultimo aggiornamento: 12-07-2019 03:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO