Tenta di soffocare la compagna, dopo l'arresto si scopre che è clandestino: espulso

Martedì 6 Ottobre 2020
Fermo, tenta di soffocare la compagna, dopo l'arresto si scopre che è clandestino: espulso

FERMO - Tunisino venticinquenne divorato dalla gelosia tenta di soffocare la compagna lunedì sera a Lido Tre Archi. Arrestato poche ore dopo è risultato clandestino e, dopo una notte al fresco, ieri mattina in Tribunale si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto. Subito scarcerato è stato accompagnato al centro per il rimpatrio. Era diventato il terrore per la convivente di pochi anni più giovane che, all’ennesima violenza, ha telefonato al 113 per chiedere aiuto.

LEGGI ANCHE:
Calcio in testa alla moglie gelosa davanti alla figlioletta: l'orco finisce in manette

Coronavirus, i contatti familiari spingono ancora in alto i nuovi positivi: sono 35 nelle Marche/ Il contagio nelle regioni

E si è scoperto che il violento era stato espulso già una volta, un anno fa, ma era tornato in Italia su un barcone e, da un mese, era stazionario a Lido Tre Archi. La volante della questura lunedì notte si è precipitata nel quartiere fermano per rispondere alla segnalazione di una ventenne che diceva di essere stata aggredita dal convivente ossessionato da lei al punto da segregarla in casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA