Il taxi tarda ad arrivare e lui frantuma un vetro: tensione e trambusto fuori dall'ospedale

Domenica 20 Giugno 2021 di Pierpaolo Pierleoni
Il taxi tarda ad arrivare e lui frantuma un vetro: momenti di trambusto fuori dal Murri

FERMO -  L’attesa di un taxi ha mandato in escandescenze un giovane al Murri. L’uomo, residente nel Maceratese, aveva chiesto al front office dell’ospedale di chiamargli un mezzo per tornare a casa. Doveva attendere un decina di minuti, ma dopo qualche istante ha iniziato a innervosirsi e a sollecitare l’addetta, che avendo già chiamato non poteva fare di più per aiutarlo.

LEGGI ANCHE:

Scivola mentre cerca di raggiungere il lago di Pilato, escursionista di 44 anni in gravi condizioni

D'estate tornano i furti di bici, c'è anche chi insegue e blocca un ladro: scattano le denunce della polizia

 

Eppure, ha continuato a sollecitare, con toni sempre più aggressivi e offensivi, fino a iniziare a urlare, colpendo il vetro di protezione, senza provocare danni. Ha provato a placarlo una guardia giurata, invitandolo ad abbassare i toni, anche perché altre persone nei paraggi iniziavano a preoccuparsi dei suoi comportamenti. Sembrava che il peggio fosse passato, invece, appena invitato ad attendere fuori l’arrivo del taxi, l’iracondo ha sferrato un violento pugno verso la vetrata d’ingresso, mandandola in frantumi.

È servito a quel punto l’intervento di una volante della polizia, sopraggiunto nel giro di pochi minuti. Il giovane è stata accompagnato in Questura e fotosegnalato dalla polizia scientifica. Ora dovrà rispondere di danneggiamento aggravato. Terminati gli adempimenti e le operazioni di rito, è uscito dagli uffici della polizia e ha nuovamente atteso che un taxi venisse a riprenderlo per portarlo a casa. Stavolta, però, ha atteso che il mezzo arrivasse disciplinatamente, poco fuori dai cancelli della Questura, senza perdere le staffe.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA