Investe un anziano a Fermo e fugge, l'automobilista pirata tradito da un pezzo di plastica del Suv: denunciato

Investe un anziano a Fermo e fugge, l'automobilista pirata tradito da un pezzo di plastica del Suv: denunciato
Investe un anziano a Fermo e fugge, l'automobilista pirata tradito da un pezzo di plastica del Suv: denunciato
di Pierpaolo Pierleoni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 12 Ottobre 2022, 02:05 - Ultimo aggiornamento: 16:30

FERMO - Ha travolto un anziano a bordo del suo Suv, facendolo volare a 3 metri di distanza, per poi scappare. Ma la fuga ha avuto breve durata e nel giro di 24 ore è stato individuato dalla polizia stradale. Dovrà rispondere di lesioni personali gravissime, con l’aggravante di omessa assistenza, l’automobilista al volante di un Land Rover Freelander, che lo scorso 29 settembre ha investito un 91enne, intento ad attraversale le strisce pedonali, in piazza Dante Alighieri a Fermo. 


Gli accertamenti


A distanza di quasi due settimane, il ferito è per fortuna fuori pericolo e, dopo lo scioglimento della prognosi, la Questura ha reso noti gli esiti delle indagini sull’episodio. In mano agli inquirenti c’era semplicemente un pezzo di plastica, volato via dalla carrozzeria dell’auto in seguito al violento impatto che aveva proiettato il novantenne a terra, in gravi condizioni. Gli operatori della Questura intervenuti per i rilievi dell’incidente hanno sequestrato quel frammento ed in meno di 24 ore sono riusciti a risalire al veicolo. Hanno prima accertato che si trattasse di un pezzo di un Suv Freelander, per poi stringere le ricerche, nella consapevolezza di dover intervenire in fretta, prima che il pezzo venisse sostituito, vanificando di fatto le ricerche.


Il veicolo


Con gli elementi a disposizione, i poliziotti sono riusciti ad individuare il veicolo incriminato ed il relativo conducente. L’automobilista ora dovrà rispondere di accuse pesanti: lesioni stradali gravissime, aggravate dalla fuga e dal reato di omessa assistenza, dato che il ferito aveva riportato lesioni serie e necessitava di cure immediate. Oltre alle sanzioni penali, che hanno tra l’altro visto un inasprimento del legislatore dal 2016 in poi, l’uomo si è visto sequestrare l’auto e revocare anche la sua patente di guida.


La legge


Un conto salato per l’omissione di soccorso; fortunatamente, ora che il pericolo può dirsi scampato visto il miglioramento delle condizioni del novantunenne, una bravata che non ha prodotto conseguenze fatali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA