Rottweiler a spasso, choc in spiaggia. Calcinaro chiama le forze dell’ordine. Due esemplari bloccati da carabinieri e forestali a Lido Tre Archi

A Lido Tre Archi si susseguono i blitz delle forze dell ordine
A Lido Tre Archi si susseguono i blitz delle forze dell’ordine
3 Minuti di Lettura
Sabato 25 Aprile 2020, 15:47

FERMO  - È stata un’altra giornata calda quella di ieri a Lido Tre Archi. Dopo il massiccio schieramento di forze messo in campo dai carabinieri nel pomeriggio di giovedì, che fa il paio con un’altra operazione della polizia nei giorni precedenti, anche ieri è stato continuo il viavai di pattuglie e divise. Al centro dell’attenzione sono finiti anche due cani di grossa taglia, due rottweiler che passeggiavano indisturbati in spiaggia. A segnalarli in prima persona il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, che si trovava in zona per sopralluoghi insieme alla polizia municipale. Immediato l’arrivo dei carabinieri, che si trovavano già nei paraggi ed hanno chiesto l’ausilio dei colleghi della forestale. 

LEGGI ANCHE:

Irrompe di notte nello chalet e lo devasta poi tenta di incendiare la casa del titolare

I due cani sono stati fermati, si sono presentate una donna ed una minore sostenendo di esserne le proprietarie, ed agli accertamenti gli animali sono risultati uno senza microchip e l’altro di proprietà di una terza persona. Entrambi sono stati presi in carico dall’Asur. Al di là dell’insolito episodio, i residenti della zona stanno tastando concretamente un presidio continuo, con le forze dell’ordine ad alternarsi costantemente per garantire pattugliamenti puntuali in un quartiere sempre problematico. Tre Archi si prepara anche a tornare all’attenzione dei media nazionali, perché la prossima settimana si occuperà del caso delle occupazioni abusive di immobili nel quartiere il programma Fuori dal coro, condotto da Mario Giordano, in prima serata su Rete 4. Interverrà anche il primo cittadino Calcinaro.

La troupe della trasmissione è attesa nelle prossime ore in città e nei palazzi si respira un certo fermento. Intanto si prepara un’altra giornata di intensi controlli per tutte le forze di pubblica sicurezza del territorio. Si temono diffusi tentativi di violare l’obbligo di rimanere in casa per il 25 Aprile ed i pattugliamenti saranno assidui. Ieri i mezzi della polizia stradale ed autostradale erano operativi sulla A14 ed hanno effettuato un posto di blocco all’altezza dell’area di servizio Piceno ovest. Un’attività tesa a verificare la regolarità degli spostamenti degli automobilisti diretti verso sud. E’ forte, infatti, la preoccupazione che in molti, vedendo la progressiva diminuzione dei casi, abbiano deciso di spostarsi per questo weekend festivo, raggiungendo il centro ed il sud d’Italia, ma senza una reale motivazione a giustificare la trasferta. 

Quest’oggi polizia, carabinieri e guardia di finanza, con l’ausilio delle polizie locali nei diversi Comuni, si sono distribuiti le principali zone da monitorare, dalla costa alla montagna. Un’attività che si ripeterà anche in occasione del 1 maggio, l’ultima festa blindata prima che si inizi un lento ritorno alla normalità.