Scuole, disco verde ai lavori per 90 milioni. Ecco la mappa degli interventi in programma nel Fermano

Giovedì 6 Gennaio 2022 di Francesca Pasquali
Scuole, disco verde ai lavori per 90 milioni. Ecco la mappa degli interventi in programma nel Fermano

FERMO - Novanta milioni per le scuole del Fermano. È la cifra stanziata dall’Ufficio speciale per la ricostruzione per i nuovi piani di edilizia scolastica. Nella nostra provincia arriveranno 54 milioni per 13 interventi su edifici, strutture e palestre, e 35,5 milioni per 11 interventi di adeguamento rispetto ai contributi inizialmente concessi. Nel primo blocco rientrano il convitto dell’Itt Montani (7.152.394) e il Conservatorio musicale Pergolesi (5,1 milioni) a Fermo, la scuola primaria Diaz a Grottazzolina (5,980 milioni) e l’Istituto Tarantelli (1.641.600) e la scuola media “Gioia” (1,520 milioni) a Sant’Elpidio a Mare.

 


Il disco verde
È stata accettata la proposta di inserire nel piano anche il biennio dello stesso Montani (9,2 milioni), il Liceo scientifico Calzecchi Onesti (1,1), l’Ipsia Ricci (4,8), l’Itet Carducci-Galilei (7,9), il Liceo delle scienze umane Caro (6), tutti a Fermo, la palestra e lo spogliatoio dell’Itc Mattei di Amandola (977.550), il Tarantelli di Sant’Elpidio a Mare (1,812 milioni) e il polo scolastico Collodi di Montappone (1,237 milioni). Nel secondo piano rientrano l’Itc Mattei di Amandola (270mila euro), la scuola dell’infanzia e primaria Cestoni di Belmonte Piceno (3mila euro), la scuola dell’infanzia Capoluogo di Falerone (1,745 milioni), il Liceo classico Caro (2,050 milioni) e il triennio del Montani (672mila euro) di Fermo, la scuola media Leopardi di Monte Urano (2 milioni), la scuola dell’infanzia e primaria Santa Maria di Montegranaro (50mila euro), la scuola elementare Collodi di Porto Sant’Elpidio (412.312 euro), la palestra della scuola media Don Bosco (329.080 euro) e la materna e primaria Rodari (2.064.268 euro) di Rapagnano e il palazzetto dello sport di Sant’Elpidio a Mare (1.610.040). In tutto, 11.205.700 che si sommano ai 24.336.010 già stanziati.


Il commento
«Il piano scuole - spiega l’assessore regionale alla Ricostruzione Guido Castelli facendo il punto sugli stanziamenti per il Fermano - è il frutto di un grande sforzo condotto dall’Ufficio speciale per la ricostruzione in collaborazione con i Comuni interessati. Una metodologia ispirata all’ascolto e al confronto che ha consentito di definire una programmazione finalizzata a conseguire due obiettivi».


Gli obiettivi
Per Castelli si tratta «da un lato di finanziare ex novo plessi che ancora non disponevano di copertura economica e, dall’altro, di garantire la necessaria integrazione finanziaria a quei progetti di riqualificazione di edifici scolastici che necessitano di una provvista economica maggiorata. Con questa decisione abbiamo quindi compiuto un passo importante per la ricostruzione pubblica. Naturalmente a questo punto si impone una tempestiva attuazione dei programmi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA