Marina Palmense, lavori alla scogliera
in attesa del si al nuovo ponte

Lavori per la nuova strada
e la scogliera radente
in attesa del sì al ponte
FERMO - Hanno preso il via da qualche giorno i lavori di realizzazione della scogliera radente nel tratto di costa di Marina Palmense, litorale sud, eseguiti dalla ditta Area Delta di Acquasanta Terme.
Un’opera necessaria per rafforzare la difesa del litorale fermano, in particolare nel tratto a sud del Fosso Stella di Marina Palmense, in prosecuzione alla scogliera già esistente. Lavori finanziati da Comune e Edison per 170 mila euro.

«Sta partendo in maniera concreta e visibile il futuro di Marina Palmense - ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro. Sta iniziando anche il percorso della strada a bassissimo impatto ambientale che costeggerà la ferrovia e che sarà la spina dorsale di quello che sarà poi il collegamento con il ponte della ciclopedonale (per il quale Porto San Giorgio e Fermo hanno chiesto un finanziamento di un milione di euro partecipando a un bando regionale, ndr.). Una infrastruttura necessaria se si vuole pensare ad un futuro fortemente turistico per Marina Palmense. L’investimento è notevole e credo che finalmente il quartiere può vedere delineato concretamente dopo tante progettazioni astratte un interesse importante».

«Un’opera importante che collega il nord ed il centro di Marina Palmense che in condizioni meteorologiche e/o marine emergenziali potrebbero rimanere scollegate – ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani – un’opera necessaria, che si inserisce nel ventaglio delle azioni più generali che vengono portate avanti anche con la collaborazione di Regione e privati per la difesa della costa, la sicurezza e la sostenibilità, in attesa di attivare nuove sinergie, alle quali si sta lavorando, su questo fronte anche con altri enti cointeressati».
«La scogliera e la strada sono due opere che il quartiere attendeva da tempo e che l’amministrazione comunale porta a compimento. Opere che auspichiamo siano il preludio anche per il collegamento con Porto San Giorgio nella speranza che le due amministrazioni si aggiudichino il bando del ponte ciclopedonale», ha dichiarato l’assessore alla viabilità Mauro Torresi. I lavori della scogliera si aggiungono dunque a quelli per la nuova strada parallela alla ferrovia: come si ricorderà quest’ultimo sarà un asse viario lungo circa un chilometro, a due corsie, con opere di protezione, una recinzione al margine della ferrovia e gli attraversamenti per i tre fossi presenti. Interventi che mirano ad un rilancio del quartiere e a una sistemazione di alcune aree atteso che da tempo i cittadini della zona chiedono uno sviluppo concreto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Aprile 2018, 07:45 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 07:45

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO