Fermo, ruba un portafoglio al bar e preleva col bancomat: preso. Raffica di denunce per furti e truffe internet

Lunedì 27 Luglio 2020
Fermo, ruba un portafoglio al bar e preleva col bancomat: preso. Raffica di denunce per furti e truffe internet

FERMO - Furti, raggiri e truffe, ha mille forme la criminalità smascherata negli ultimi giorni dai carabinieri della compagnia di Fermo, venuti a capo di una serie di indagini che hanno portato ad un arresto ed alla denuncia di ben 14 persone. Un uomo, italiano, è stato identificato, dopo aver rubato un portafogli ed aver effettuato prelievi dalla sua tessera bancomat per poco più di 2.500 euro.

LEGGI ANCHE:
Lascia la compagna e scompare: 63enne trovato un mese dopo a Roma in stato confusionale e positivo al Covid

Esce dalla banca e si sente male: colpo di caldo per una donna di 65 anni

La vittima è stata derubata in un momento di distrazione mentre si trovava in un bar. Il furto, prontamente denunciato, ha visto i militari acquisire le immagini di videosorveglianza degli istituti di credito in cui il ladro si era recato per i prelievi di contante.
 
Inoltre, dopo la denuncia di un uomo, che sulla nota piattaforma subito.it era stato truffato di 100 euro nel tentativo di acquistare mascherine FFP3, le indagini hanno consentito di risalire al responsabile, un trentenne residente a Milano, pregiudicato. Si passa invece alla ricettazione per due magrebini a Porto Sant’Elpidio. I due, un algerino ed un tunisino, sono stati fermati mentre pedalavano in sella a biciclette risultate rubate a persone del luogo. Stesso capo d’accusa per un rumeno, aveva un telefono cellulare rubato ad un ragazzo del posto. Passando verso l’area calzaturiera, a Monte Urano i militari della locale stazione sono riusciti a rintracciare e denunciare 4 persone, di cui 3 italiani, che attraverso una serie di artifici e raggiri avevano raggirato cittadini del posto, mettendo in vendita su subito.it degli oggetti. Un’altra truffa è stata quella messa a segno da un soggetto, arrivato dalla provincia di Bari, ai danni di un uomo di Petritoli. Si era finto intermediatore finanziario per elaborare una pratica di rilascio di fondi europei. Si è fatto consegnare una somma di 260 euro per avviare la procedura, poi ovviamente si è dileguato nel nulla. I militari di Porto San Giorgio, infine, hanno ultimato le indagini su alcuni furti consumati nelle ultime settimane. I loro lavoro ha portato alla denuncia di 4 soggetti, tutti italiani. Uno è ritenuto responsabile di un furto di materiali edili in un cantiere, per un valore di 3.000 euro. Due italiani dovranno invece rispondere di furto di biciclettere. Si finisce con una denuncia per furto ed indebito utilizzo di carta di credito per una pregiudicata del posto. Faceva la parrucchiera a domicilio, col vizio del furto: durante un servizio aveva rubato il portafogli ad una cliente ed effettuato prelievi di contanti per ben 5.300 euro.

Ultimo aggiornamento: 17:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA